Ultimi Articoli

Australia: le famiglie lesbiche sono più democratiche

Di Marziano | 2 gennaio 2011
Australia: le famiglie lesbiche sono più democratiche

All’interno delle famiglie lesbiche c’è più democrazia domestica. Lo ha rivelato uno studio condotto dalla Trobe University e pubblicato dal Sydney Morning Herald, nel quale emerge che se si è in presenza di un nucleo famigliare formato da due donne di sicuro queste ultime si divideranno i compiti in modo paritario. I dati sono stati raccolti osservando il comportamento di oltre 300 lesbiche australiane, le quali hanno dimostrato di sapersi dividere in modo equo sia compiti domestici che la cura dei pargoli. Ad esempio è emerso che la donna in grado di allattare il bambino, di conseguenza (come invece accade nelle coppie etero), non si occupa in maniera totale anche della custodia della casa.Continua a leggere

Chris Brown pubblica messaggi omofobi a Raz-B su Twitter

Di Sebastiano | 1 gennaio 2011
Chris Brown pubblica messaggi omofobi a Raz-B su Twitter

Ancora guai mediatici (e danni d’immagine) per Chris Brown. Dopo aver scontato una condanna di sei mesi in servizi socialmente utili per l’aggressione all’ex fidanzata Rihanna, il popolare cantante americano ha pensato bene di innescare una guerra a suon di messaggi omofobi contro Raz-B, ex componente dei B2K con cui aveva un conto in sospeso da anni. Che tra i due rapper non corresse buon sangue, era cosa risaputa nell’ambiente discografico ma Brown ha fatto di più: all’insaputa dei suoi discografici, l’irrequieto interprete ha pubblicato sulla bacheca del rivale contenuti dal significato inequivocabile che screditavano il mondo gay in tutte le sue peculiarità. Di fronte ad un richiamo formale della sua major, Chris Brown ha dovuto mettere la parola fine alla guerra su Twitter e chiedere scusa a tutti i suoi fan gay per il gesto incosciente:Continua a leggere

Nichi Vendola: “Non vivo la mia omosessualità come un peccato”

Di Sebastiano | 1 gennaio 2011
Nichi Vendola: “Non vivo la mia omosessualità come un peccato”

E’ uno degli uomini nuovi della sinistra italiana. Ha tutte le carte in regola (motivazioni e caratteristiche) per essere il leader di una coalizione forte per combattere lo strapotere di Berlusconi. Nichi Vendola si è raccontato in una lunga intervista a Max (in edicola il 4 gennaio) mettendo in risalto gli aspetti più umani della sua vita da politico, citando aneddoti e racconti inediti ai suoi sostenitori: Avevo organizzato un raduno omosessuale in un hotel, forse il primo nella storia sovietica…mi portarono al comando di polizia ma feci scene inenarrabili, piantai un tale casino che alla fine mi lasciarono andare. Alle continue pressioni di Arcigay perché lui faccia un gesto forte agli occhi della politica italiana, come ufficializzare le nozze con il suo compagno, il Governatore della Puglia risponde a tono:Continua a leggere

Tennessee: chiude ristorante gay friendly a Knoxville

Di Marziano | 1 gennaio 2011
Tennessee: chiude ristorante gay friendly a Knoxville

Non c’è pace per i locali gay del Tennesseee. Dopo aver parlato dell’imminente chiusura della libreria gay di Nashville, è arrivato il momento di parlare di un altro posto che chiuderà i battenti da quelle parti. Questa volta tocca allo storico Arby’s serrare la saracinesca, il ristorante che da più di trenta anni si trovava all’angolo di Gay Street e Union Avenue in quel di Knoxville. Un cartello esposto all’esterno del locale gay friendly fa sapere che il 30 dicembre sarà l’ultimo giorno di attività:Continua a leggere

More Than You Can Handle: il porno gay maggiormente preordinato del 2010

Di Marziano | 1 gennaio 2011
More Than You Can Handle: il porno gay maggiormente preordinato del 2010

Non è stato ancora ufficialmente  rilasciato, ma già tutti conoscono il prossimo More Than You Can Handle, film porno gay prodotto da Lukas Ridgeston in associazione con BelAmiOnline. Il titolo è risultato essere al primo posto della classifica dei dvd porno maggiormente pre-ordinati del 2010, l’uscita invece è prevista per i primi mesi del 2011. More Than You Can Handle può essere considerato come un vero e proprio kolossal, infatti risulta essere straordinario lo sforzo produttivo, se paragonato ad altri film per adulti: 27 attori, 16 persone ad occuparsi della parte tecnica, tre gruppi di produzione, tre settimane di ripresa ed un costo complessivo della pellicola che si aggira sui 500 mila dollari.Continua a leggere

Archie Comics, il personaggio gay Kevin Keller è stato bene accolto

Di Valeria Scotti | 1 gennaio 2011
Archie Comics, il personaggio gay Kevin Keller è stato bene accolto

Dan Parent, il creatore di Kevin Keller – primo personaggio gay nella storia dei fumetti Archie introdotto lo scorso aprile – ha fatto sapere che è stato bene accolto dai lettori.Continua a leggere

Palermo: il Consiglio comunale approva mozione anti omofobia

Di Sebastiano | 31 dicembre 2010
Palermo: il Consiglio comunale approva mozione anti omofobia

Nei giorni scorsi, il comune di Palermo ha approvato all’unanimità una mozione anti omofobia presentata dalla consigliera del Pdl, Stefania Munafò, e redatta con la collaborazione diArcigay. Nella proposta si chiedeva sostanzialmente al primo cittadino di dare disposizioni alle istituzioni ad aderire ad ogni iniziativa contro la discriminazione degli omosessuali, oltre che a predisporre una vasta campagna di sensibilizzazione del cittadino al problema, sin dall’età adolescenziale, favorendo progetti formativi all’interno delle scuole e predisponendo un piano di sicurezza, in accordo con le forze dell’ordine, al fine di prevenire eventuali aggressioni alle persone LGBT, contrastando così ogni forma di violenza e/o di discriminazione basate sull’orientamento sessuale o sull’identità di genere. Così la promotrice ha commentato la decisione (Fonte Il Giornale di Sicilia): Palermo è la prima grande città italiana a dotarsi di una risoluzione per l’analisi dei fenomeni di discriminazione e violenza contro le persone Lgbt (lesbiche, gay, bisessuali, transessuali), la sensibilizzazione delle pubbliche amministrazioni, della pubblica opinione e la promozione di azioni positive contro omofobia, intolleranza o discriminazione.Continua a leggere

Barcellona: monumento per i diritti dei gay davanti la Sagrada Familia

Di Sebastiano | 31 dicembre 2010
Barcellona: monumento per i diritti dei gay davanti la Sagrada Familia

La citta’ di Barcellona ha deciso di erigere un monumento dedicato a gay, lesbiche e transgender ”perseguitati e repressi nel corso della storia’‘. Il sito esatto dell’ubicazione della statua, una pietra triangolare di colore rosa, non e’ stato ancora deciso, ma un portavoce del consiglio comunale della citta’ spagnola ha reso noto che la piazza davanti alla Basilica della Sagrada Familia e’ uno dei luoghi più gettonati tra i membri dell’amministrazione cittadina. L’opera d’arte, che dovrebbe essere pronta entro febbraio del 2011, sarà accompagnata da una scritta “In memoria dei gay, delle lesbiche e delle persone transessuali vittime di persecuzione e repressione nel corso della storia. Barcellona 2011.” (“En memoria de los gays, las lesbianas y las personas transexuales que han sufrido persecución y represión a lo largo de la historia. Barcelona 2011“.)Continua a leggere

Tennessee, cartelloni anti gay: “Uomo e donna, il matrimonio secondo Dio”

Di Sebastiano | 31 dicembre 2010
Tennessee, cartelloni anti gay: “Uomo e donna, il matrimonio secondo Dio”

The National Organization for Marriage (NOM) ha affisso, tra settembre e dicembre, due cartelloni pubblicitari a Putnam County, nel Tennessee per ricordare ai fedeli della contea che l’unico matrimonio accettabile da Dio è quello celebrato tra uomini e donne. L’organizzatore parla con entusiasmo del suo ambizioso progetto: Ho solo pensato che questo manifesto fosse un’idea meravigliosa. Si sente tanto parlare in tv di matrimoni tra persone dello stesso sesso e questo ormai è ben accettato e conosciuto dalla gente. I bambini, invece, se non praticano la religione nelle proprie case, sono portate ad accettare la cosa e non fare domande, senza chiedere se sia giusto o sbagliato. Credo che la parola di Dio debba essere inserita il più spesso possibile per riaffermare che l’omosessualità è una cosa sbagliata. Non è necessario che venga rappresentata sotto un aspetto glorioso né però come uno stile di vita alternativo.Continua a leggere

Messico: a gennaio aprirà un lussuoso hotel riservato esclusivamente alle coppie gay

Di Marziano | 31 dicembre 2010
Messico: a gennaio aprirà un lussuoso hotel riservato esclusivamente alle coppie gay

Sarà interamente riservato agli uomini omosessuali,  il lussuoso hotel che il prossimo mese verrà innaugurato a Tulum in Messico. All’interno della struttura saranno ospitate solo coppie gay, al bando donne, minorenni e coppie eterosessuali. Il personale è stato scelto accuratamente e addestrato per accogliere nel migliore dei modi la clientela. Patrick Lurenz, propietario dell’hotel, ha spiegato che si stanno mettendo a punto gli ultimi ritocchi prima dell’apertura nel mese di gennaio. Lurenz ha anche anticipato che 94 saranno le suite extra lusso disponibili (alcune delle quali già prenotate) e 100, invece, le persone che lavoreranno “dietrole quinte”.Continua a leggere

Elizabeth Hurley: “Elton John sarà un bravo papà”

Di Sebastiano | 31 dicembre 2010
Elizabeth Hurley: “Elton John sarà un bravo papà”

L’attrice Elizabeth Hurley spazza via ogni polemica sulla neo paternità di Elton John (padre a 63 anni). Al settimanale People, l’amica di sempre ha raccontato l’entusiasmo per la nascita di Zachary Jackson Levon Furnish-John, nato la notte di Natale in California da madre surrogata. Il piccolo pesa 3,8 kg e c’è chi scommette sul fatto che sia già al centro delle attenzioni dei due papà: Non vedo l’ora di coccolare il piccolino. Elton e David sono stati due meravigliosi padrini meraviglioso con mio figlio e so che saranno genitori meravigliosi. Non potrei essere più felice per loro.Continua a leggere

Florida: coppia gay assassinata

Di Marziano | 31 dicembre 2010
Florida: coppia gay assassinata

Rimane nel mistero la morte di due uomini in Florida. Kevin Mark Powell, 47 anni, e Steve Adams, 52 anni, sono stati trovati nel loro appartamento a Wilton Manors. La coppia (che da lungo tempo condivideva lo stesso tempo) è stata trovata dalla polizia locale, la quale era stata avvertita dalla sorella di una delle vittime allarmata dal fatto di non riuscirere a parlare da giorni con il fratello. La polizia non ha specificato le cause della morte, ha però chiesto espressamente a tutti coloro che hanno visto qualcosa di strano di contattare immediatamente il centralino delle forse dell’ordine.Continua a leggere

Roma: ragazzo gay insultato e colpito con vetro a Trastevere

Di Sebastiano | 30 dicembre 2010
Roma: ragazzo gay insultato e colpito con vetro a Trastevere

Un ragazzo gay di 22 anni è stato insultato, aggredito e ferito da tre ragazzi con pezzi di vetro fuori da un locale nel quartiere romano di Trastevere la notte del 28 dicembre. L’episodio altamente omofobo è stato denunciato da Fabrizio Marrazzo, presidente di Arcigay Roma e responsabile di Gay Help Line: Il ragazzo stava trascorrendo una serata con alcune amiche in un locale a Trastevere, quando tre ragazzi romani di circa venti anni hanno cominciato a prenderlo di mira perché gay: si sono avvicinati al suo tavolo e gli hanno rivolto battute e insulti omofobi. Poco dopo, sempre in compagnia delle sue amiche, il giovane ha lasciato il locale ed è stato inseguito dai tre ragazzi che hanno ripreso a insultarlo gridandogli dietro “frocio, ricchione”. Subito dopo il giovane è stato colpito con un pezzo di vetro di un bicchiere rotto all’orecchio e ha riportato una ferita che avrebbe anche potuto costargli la vita se il colpo fosse stato inferto pochi centimetri più in basso, all’arteria. Ha, inoltre, commentato: E’ una vicenda sconcertante non si può subire un’aggressione così violenta perché gay. Un ragazzo di 22 anni non può essere segnato per tutta la vita nel corpo e non solo perché tre coetanei lo aggrediscono in questo modo al termine di una serata tra amici. Quest’anno, durante il quale si sono verificati molti casi di discriminazione e violenza, si conclude nel peggiore dei modi.Continua a leggere

Rupert Everett: “Non ho lavorato più ad Hollywood dopo aver fatto coming out”

Di Sebastiano | 30 dicembre 2010
Rupert Everett: “Non ho lavorato più ad Hollywood dopo aver fatto coming out”

Cadono a fagiolo le ultime dichiarazioni di Rupert Everett, che d’accordo con l’appello lanciato, nei giorni scorsi, da Richard Chamberlain in cui invitava i colleghi gay a non fare coming out per non avere ripercussioni sul lavoro, ha raccontato gli ‘effetti’ della sua dichiarazione pubblica sulla sua carriera a Radio 4 della BBC Dopo aver reso pubblica la mia omosessualità, non ho fatto molto a Hollywood e non ho più avuto un lavoro. Ho girato un paio di film, sono stato molto fortunato all’inizio della mia carriera. Poi non ho più avuto un ingaggio per dieci anni, così sono tornato in Europa. Hollywood è un mondo estremamente conservatore che finge di essere liberale. Lo show business è stato creato per gli eterosessuali e la maggior parte delle persone che lo frequentano non sono gay. C’è un ordine interno che va rispettato. Questo ordine stabilisce chi diventerà famoso e continuerà a fare carriera, indipendentemente dai risultati al box office o dalla qualità. Vi sono un sacco di uomini e donne che hanno il potere di decidere quali sono le persone giuste e queste persone rimaranno in auge per molto tempo.Continua a leggere

Cultura Gay
Altri Articoli
GLBT News
Gossip Gay