Ultimi Articoli

Barcellona: monumento per i diritti dei gay davanti la Sagrada Familia

Di Sebastiano | 31 dicembre 2010
Barcellona: monumento per i diritti dei gay davanti la Sagrada Familia

La citta’ di Barcellona ha deciso di erigere un monumento dedicato a gay, lesbiche e transgender ”perseguitati e repressi nel corso della storia’‘. Il sito esatto dell’ubicazione della statua, una pietra triangolare di colore rosa, non e’ stato ancora deciso, ma un portavoce del consiglio comunale della citta’ spagnola ha reso noto che la piazza davanti alla Basilica della Sagrada Familia e’ uno dei luoghi più gettonati tra i membri dell’amministrazione cittadina. L’opera d’arte, che dovrebbe essere pronta entro febbraio del 2011, sarà accompagnata da una scritta “In memoria dei gay, delle lesbiche e delle persone transessuali vittime di persecuzione e repressione nel corso della storia. Barcellona 2011.” (“En memoria de los gays, las lesbianas y las personas transexuales que han sufrido persecución y represión a lo largo de la historia. Barcelona 2011“.)Continua a leggere

Tennessee, cartelloni anti gay: “Uomo e donna, il matrimonio secondo Dio”

Di Sebastiano | 31 dicembre 2010
Tennessee, cartelloni anti gay: “Uomo e donna, il matrimonio secondo Dio”

The National Organization for Marriage (NOM) ha affisso, tra settembre e dicembre, due cartelloni pubblicitari a Putnam County, nel Tennessee per ricordare ai fedeli della contea che l’unico matrimonio accettabile da Dio è quello celebrato tra uomini e donne. L’organizzatore parla con entusiasmo del suo ambizioso progetto: Ho solo pensato che questo manifesto fosse un’idea meravigliosa. Si sente tanto parlare in tv di matrimoni tra persone dello stesso sesso e questo ormai è ben accettato e conosciuto dalla gente. I bambini, invece, se non praticano la religione nelle proprie case, sono portate ad accettare la cosa e non fare domande, senza chiedere se sia giusto o sbagliato. Credo che la parola di Dio debba essere inserita il più spesso possibile per riaffermare che l’omosessualità è una cosa sbagliata. Non è necessario che venga rappresentata sotto un aspetto glorioso né però come uno stile di vita alternativo.Continua a leggere

Messico: a gennaio aprirà un lussuoso hotel riservato esclusivamente alle coppie gay

Di Marziano | 31 dicembre 2010
Messico: a gennaio aprirà un lussuoso hotel riservato esclusivamente alle coppie gay

Sarà interamente riservato agli uomini omosessuali,  il lussuoso hotel che il prossimo mese verrà innaugurato a Tulum in Messico. All’interno della struttura saranno ospitate solo coppie gay, al bando donne, minorenni e coppie eterosessuali. Il personale è stato scelto accuratamente e addestrato per accogliere nel migliore dei modi la clientela. Patrick Lurenz, propietario dell’hotel, ha spiegato che si stanno mettendo a punto gli ultimi ritocchi prima dell’apertura nel mese di gennaio. Lurenz ha anche anticipato che 94 saranno le suite extra lusso disponibili (alcune delle quali già prenotate) e 100, invece, le persone che lavoreranno “dietrole quinte”.Continua a leggere

Elizabeth Hurley: “Elton John sarà un bravo papà”

Di Sebastiano | 31 dicembre 2010
Elizabeth Hurley: “Elton John sarà un bravo papà”

L’attrice Elizabeth Hurley spazza via ogni polemica sulla neo paternità di Elton John (padre a 63 anni). Al settimanale People, l’amica di sempre ha raccontato l’entusiasmo per la nascita di Zachary Jackson Levon Furnish-John, nato la notte di Natale in California da madre surrogata. Il piccolo pesa 3,8 kg e c’è chi scommette sul fatto che sia già al centro delle attenzioni dei due papà: Non vedo l’ora di coccolare il piccolino. Elton e David sono stati due meravigliosi padrini meraviglioso con mio figlio e so che saranno genitori meravigliosi. Non potrei essere più felice per loro.Continua a leggere

Florida: coppia gay assassinata

Di Marziano | 31 dicembre 2010
Florida: coppia gay assassinata

Rimane nel mistero la morte di due uomini in Florida. Kevin Mark Powell, 47 anni, e Steve Adams, 52 anni, sono stati trovati nel loro appartamento a Wilton Manors. La coppia (che da lungo tempo condivideva lo stesso tempo) è stata trovata dalla polizia locale, la quale era stata avvertita dalla sorella di una delle vittime allarmata dal fatto di non riuscirere a parlare da giorni con il fratello. La polizia non ha specificato le cause della morte, ha però chiesto espressamente a tutti coloro che hanno visto qualcosa di strano di contattare immediatamente il centralino delle forse dell’ordine.Continua a leggere

Roma: ragazzo gay insultato e colpito con vetro a Trastevere

Di Sebastiano | 30 dicembre 2010
Roma: ragazzo gay insultato e colpito con vetro a Trastevere

Un ragazzo gay di 22 anni è stato insultato, aggredito e ferito da tre ragazzi con pezzi di vetro fuori da un locale nel quartiere romano di Trastevere la notte del 28 dicembre. L’episodio altamente omofobo è stato denunciato da Fabrizio Marrazzo, presidente di Arcigay Roma e responsabile di Gay Help Line: Il ragazzo stava trascorrendo una serata con alcune amiche in un locale a Trastevere, quando tre ragazzi romani di circa venti anni hanno cominciato a prenderlo di mira perché gay: si sono avvicinati al suo tavolo e gli hanno rivolto battute e insulti omofobi. Poco dopo, sempre in compagnia delle sue amiche, il giovane ha lasciato il locale ed è stato inseguito dai tre ragazzi che hanno ripreso a insultarlo gridandogli dietro “frocio, ricchione”. Subito dopo il giovane è stato colpito con un pezzo di vetro di un bicchiere rotto all’orecchio e ha riportato una ferita che avrebbe anche potuto costargli la vita se il colpo fosse stato inferto pochi centimetri più in basso, all’arteria. Ha, inoltre, commentato: E’ una vicenda sconcertante non si può subire un’aggressione così violenta perché gay. Un ragazzo di 22 anni non può essere segnato per tutta la vita nel corpo e non solo perché tre coetanei lo aggrediscono in questo modo al termine di una serata tra amici. Quest’anno, durante il quale si sono verificati molti casi di discriminazione e violenza, si conclude nel peggiore dei modi.Continua a leggere

Rupert Everett: “Non ho lavorato più ad Hollywood dopo aver fatto coming out”

Di Sebastiano | 30 dicembre 2010
Rupert Everett: “Non ho lavorato più ad Hollywood dopo aver fatto coming out”

Cadono a fagiolo le ultime dichiarazioni di Rupert Everett, che d’accordo con l’appello lanciato, nei giorni scorsi, da Richard Chamberlain in cui invitava i colleghi gay a non fare coming out per non avere ripercussioni sul lavoro, ha raccontato gli ‘effetti’ della sua dichiarazione pubblica sulla sua carriera a Radio 4 della BBC Dopo aver reso pubblica la mia omosessualità, non ho fatto molto a Hollywood e non ho più avuto un lavoro. Ho girato un paio di film, sono stato molto fortunato all’inizio della mia carriera. Poi non ho più avuto un ingaggio per dieci anni, così sono tornato in Europa. Hollywood è un mondo estremamente conservatore che finge di essere liberale. Lo show business è stato creato per gli eterosessuali e la maggior parte delle persone che lo frequentano non sono gay. C’è un ordine interno che va rispettato. Questo ordine stabilisce chi diventerà famoso e continuerà a fare carriera, indipendentemente dai risultati al box office o dalla qualità. Vi sono un sacco di uomini e donne che hanno il potere di decidere quali sono le persone giuste e queste persone rimaranno in auge per molto tempo.Continua a leggere

Nicosia: giudice concede l’affidamento dei figli a madre lesbica

Di Sebastiano | 30 dicembre 2010
Nicosia: giudice concede l’affidamento dei figli a madre lesbica

Nei giorni scorsi, il giudice Alessandro Dagnino, del tribunale di Nicosia (Enna), ha rigettato il ricorso di un uomo intenzionato a separarsi a causa della relazione omosex della moglie. Il marito chiedeva l’affidamento esclusivo dei figli non ritenendo l’ambiente familiare gay friendly particolarmente sano per la loro crescita intellettuale. Si legge nella motivazione (Fonte Il giornale di Sicilia): La relazione omosessuale di una madre, laddove non comporti pregiudizio per la prole, non costituisce ostacolo all’affidamento condiviso dei figli, che possono abitare con lei.Continua a leggere

UK: il ministro Lynne Featherstone promuove una legge a favore di chi fa sesso gay a 16 anni

Di Sebastiano | 30 dicembre 2010
UK: il ministro Lynne Featherstone promuove una legge a favore di chi fa sesso gay a 16 anni

Secongo il quotidiano britannico, The Telegraph, tutti gli inglesi che hanno accumulato, per tanti anni, condanne storiche per sesso gay con un partner di 16 anni avrà il registro delle loro crimini cancellato a partire da settembre 2011. Nei prossimi giorni, la liberaldemocratica Lynne Featherstone (l’equivalente britannico di Mara Carfagna) dovrebbe annunciare la proposta di nuova normativa, che andrà a beneficio di migliaia di uomini, perseguiti per aver fatto sesso gay con qualcuno di 16 anni, quando la pratica era ancora contro la legge. Attualmente, chi si è ‘macchiato’ di tale colpa entra a far parte del programma di Criminal Records Bureau impegnandosi nel volontariato per opere di beneficenza e altre organizzazioni non governative. Così il ministro per la Gioventù e l’Uguaglianza ha commentato la sua proposta di legge:Continua a leggere

Nord Carolina, Bill James: “Gli omosessuali sono predatori sessuali”

Di Sebastiano | 30 dicembre 2010
Nord Carolina, Bill James: “Gli omosessuali sono predatori sessuali”

Nei giorni scorsi, le dichiarazioni di Bill James (nella foto assieme alla sua ‘splendida’ famigliola) hanno fatto discutere l’opinione pubblica americana per il suo altimissimo contenuto omofobo. Membro della commissione del Nord Carolina e tra i più accaniti sabotatori dell’abrogazione del DADT, il politico ha risposto alla mail di un suo collega (che si congratulava per il nuovo corso di Obama sui diritti gay) con una serie di pesanti offese verso i gay (Fonte Advocate): Gli omosessuali sono predatori sessuali. Permettendo a loro di servire per l’esercito militare americano con l’approvazione della Mecklenburg County Commission (in cui lui è membro, ndr), si ignora una serie di seri problemi relativi alla prontezza e al vigore dei soldati, e non per ultimo, l’attuale piano democratico di permettere ai gay (maschi e femmine) di condividere le docce con coloro da cui sono attratti.Continua a leggere

Jake Shears orgoglioso di aiutare i giovani gay

Di Sebastiano | 30 dicembre 2010
Jake Shears orgoglioso di aiutare i giovani gay

Jake Shears ha rivelato di sentirsi piuttosto ‘fiero’ di essere un esempio per gli adolescenti gay. Il leader degli Scissor Sisters ha ammesso di non aver avuto modelli di riferimento forte quando si è trovato a fare i conti con la sua sessualità: Sono orgoglioso di essere ciò che io sono. So cosa vuol dire essere un adolescente, e che cosa vuol dire fare coming out, comprese le difficoltà e come ci si sente ad essere a scuola vittima di bullismo… Desiderei che i ragazzi omosessuali guardino me come qualcuno che è felice e che ha fatto una buona vita per sé, quindi va benissimo.Continua a leggere

Hayley Hasselhoff si schiera contro la Proposition 8

Di Marziano | 30 dicembre 2010
Hayley Hasselhoff si schiera contro la Proposition 8

Hayley Hasselhoff è l’ultima delle celebrità in ordine cronologico a schierarsi contro la Proposition 8, il divieto imposto dalla legge californiana alle coppie omosessuali che intendono sposarsi. La figlia di David Hasselhoff ha deciso di aderire alla NOH8, la campagnia che intende far diventare legale il matrimonio tra persone dello stesso sesso in California. L’attrice ha così pensato di farsi ritrarre con il cerotto sulle labbra (simbolo della campagnia) e in topless:Continua a leggere

Sondaggi gay: l’11% delle separazioni italiane avvengono dopo tradimenti omosessuali

Di Marziano | 30 dicembre 2010
Sondaggi gay: l’11% delle separazioni italiane avvengono dopo tradimenti omosessuali

Di giorno amorevoli padri di famiglia, di notte passionali con l’amante… uomo. È quanto emerge dai dati diffusi dall’ Associazione Avvocati Matrimonialisti Italiani, secondo la quale l’11% delle separazioni giudiziali del nostro paese avvengono a causa di tradimenti omosessuali. Tale percenutale è così suddivisa: nel 7% dei casi è il marito a mettere le corna con alla moglie con un individuio di sesso maschile, invece il 4% delle mogli lo fa con un’altra donna. Il presidente nazionale Ami, Gian Ettore Gassani, ha commentato i risultati facendo notare che i tradimenti omosessuali all’interno del matrimonio non sono casi sporadici:Continua a leggere

Monza: il 31 dicembre va in scena Piume di struzzo

Di Marziano | 30 dicembre 2010
Monza: il 31 dicembre va in scena Piume di struzzo

Sarà una notte di San Silvestro all’insegna del divertimento e particolarmente gay friendly, quella organizzata dal Teatro Binario 7 di Monza. Venerdì 31 dicembre verrà messo in scena lo spettacolo Piume di struzzo, con protagonisti Michele Bottini, Marco Brinzi, Claudia Negrin, Luca Criscuoli, Anna Di Maio, Claudio Gherardi, Marco Ghirlandi, Francesco Meola e Gabriele Amietta, regia di Claudia Negrin. Lo spettacolo è la trasposizione teatrale del celebre film Il Vizietto di Edouard Molinaro, con Ugo Tognazzi, e Michel Serrault (a sua volta tratto da una commedia scritta da Jean Poiret). L’opera messa in scena dal Teatro Binario 7 prende il titolo dal remake americano della pellicola di Molinaro, Piume di struzzo appunto.Continua a leggere

Cultura Gay
Altri Articoli
GLBT News
Gossip Gay