Turismo: i gay spendono in media il 38% in più rispetto agli eterosessuali

Home » Lifestyle Gay » Turismo: i gay spendono in media il 38% in più rispetto agli eterosessuali
Spread the love

Turismo: i gay spendono in media il 38% in più rispetto agli eterosessuali Lifestyle Gay Se i diamanti sono i migliori amici delle ragazze (come cantava qualcuno), le agenzie di viaggio e i tour operator sono i migliori amici del popolo lgbt. Aitgl, associazione italiana turismo omosessuale e Confindustria Assotravel hanno diffuso i dati riguardanti al turismo “gay”.

Il 10% del fatturato mondiale del comparto turistico è generato da lesbiche, gay, transessuali e bisessuali. In Italia tale percentuale scende di qualche punto, da noi il popolo omo genera il 7% del fatturato totale.

Il dato più interessante riguarda l’introito che generano i turisti gay: gli omosessuali spendono in media più del 38% rispetto ai turisti eterosessuali. Insomma: non “coccolare” i turisti gay è proprio da stupidi.

Leggi ora  Queer Travel, la prima agenzia per viaggi gay a Napoli