Tunisia, nuovo governo si preoccuperà dei diritti lgbt

Home » GLBT News » Tunisia, nuovo governo si preoccuperà dei diritti lgbt
Spread the love

Tunisia, nuovo governo si preoccuperà dei diritti lgbt GLBT News

Le recenti elezioni in Tunisia, i cui risultati non sono ancora stati pubblicati, indicano una clamorosa vittoria della formazione islamica ‘Ennahda’, che ha sollevato preoccupazioni circa il rispetto dei diritti umani della comunità LGBT.

Il partito islamico, che secondo i dati provvisori per la vittoria conta oltre il 40% dei voti, ha rassicurato la comunità internazionale attraverso un’intervista in cui sostengono di non avere intenzione di punire gli atei e gli omosessuali.

Il Riad Chaibi, appartenente al Comitato Politico Ennahda, ha ottenuto un colloquio con l’agenzia Efe a cui ha dichiarato che le libertà individuali e i diritti umani sono principi sanciti, sostenendo anche che le donne siano come gli uomini:

Vogliamo avvicinarci al popolo e non possiamo fare leggi che vanno contro quello che la società ritiene sacro.

Per quanto riguarda gli atei e i gay, il politico ha detto:

Sono una realtà, hanno il diritto di esistere, per gli omosessuali ad esempio c’è bisogno di un programma di dignità, perché la società li vede come una nicchia da sottovalutare.

 

Leggi ora  Turchia, petizione contro delitti gay