Trascrizioni nozze gay, il Tar: non si possono annullare

di Valentina Cervelli Commenta

La trascrizione delle nozze gay celebrate all’estero non può essere annullata se non solo tramite il Tribunale Civile. Lo ha stabilito il Tar del Lazio, rendendo non valido l’annullamento perpetrato da alcune prefetture sull’ordine del Ministero dell’Interno.

Il ricorso presentato da alcune coppie la cui trascrizione delle nozze gay contratte all’estero è andato a buon fine. Pur sottolineando che i matrimoni per la legge non possono essere trascritti, al momento le decisioni comunali devono essere considerate valide perchè solo un Tribunale può scioglierle.. In un paese come l’Italia dove la legislazione in materia lascia a desiderare e che sembra aver accettato l’imposizione della Comunità Europea di doversi mettere in linea con il resto dell’Eurozona sul tema, il fatto che un organo ufficiale si sia opposto all’annullamento della trascrizione delle nozze gay quasi sembra un miracolo.

Di certo il comportamento della politica italiana continua ad evidenziare una omofobia latente non degna di uno stato che si considera civile e si presuppone che lo sia. Senza contare che le tante discussioni promesse sul tema in Parlamento continuano ad essere rimandate. Il problema di base è che l’Italia non è in grado di funzionare come sistema, privilegiando i forti ed i loro bisogni senza assolutamente pensare alla popolazione ed i suoi diritti. E tale messaggio spicca ovviamente dalle cronache sia a livello economico che sociale. Purtroppo siamo convinti che questa storia non finirà con questa decisione. L’unica speranza è effettivamente che le leggi che vengono richieste a gran voce anche dall’Europa possano effettivamente venire alla luce.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>