Sean Maher: “Mio padre mi ha proposto la terapia ex-gay”

Home » Cinema Gay » Sean Maher: “Mio padre mi ha proposto la terapia ex-gay”
Spread the love

Sean Maher: "Mio padre mi ha proposto la terapia ex-gay" Cinema Gay L’attore 36enne Sean Maher, dichiaratosi gay ko scorso settembre, torna a parlare della sua omosessualità raccontando alla stampa i numerosi tentativi del padre che, scontento della rivelazione del figlio, aveva proposto all’attore la terapia ex-gay, un percorso creato da un’organizzazione religiosa che promette di far tornare sulla retta via tutta gli uomini e le donne che abbiano subito un forte cambiamento dell’orientamento sessuale.

L’attore, che sta crescendo due figli con il partner Paul, ha così confessato di aver avuto parecchi problemi con il padre:

Mi ha dato il numero di prete dicendomi che quello era il modo per ritrovare la felicità che avevo perduto. Sono rimasto di sasso ma gli ho detto: “Papà proprio non capisci? Io ora sono felice!”. Paul mi ha finalmente dato ciò che stavo cercando da tempo da una relazione.

La terapia ex-gay, detta anche terapia riparativa, è stata seguita senza alcun risultato da molti altri Vip che, dopo aver seguito il percorso religioso, avevano continuato ad avere relazioni omosessuali di nascosto dalla stampa. Tra i principi (sicuramente poco ortodossi e tolleranti) della terapia c’è l’assoluta convinzione che l’omosessualità non sia un orientamento sessuale innato ma una devianza mentale da curare con terapie esclusive per il paziente “in cura”.

Leggi ora  Beginners, Christopher Plummer: "Il coming out del mio personaggio l'ha liberato"

Photo Credits | Getty Images