Rupert Everett: “Non ho interpretato 007 perché ho detto di essere gay”

Home » Cultura Gay » Rupert Everett: “Non ho interpretato 007 perché ho detto di essere gay”
Spread the love

Rupert Everett: "Non ho interpretato 007 perché ho detto di essere gay" Cultura Gay Da quando Rupert Everett ha dichiarato di essere gay i copioni hanno tardato ad arrivare sulla sua scrivania. Almeno quello in quelli in cui gli si chiedeva di interpretare un eterosessuale. L’attore lo ha confessato al settimanale Gioia di questa settimana:

Lo show business, se dichiari di essere gay, ti offre solo parti da omosessuale. Una scelta che ho pagato. Se avessi una bella moglie, una casa a Malibu, tre bambini, una cane e una station wagon, avrei girato molti più film. Sapevo perfettamente cosa rischiavo c’è una sola che mi dispiace tanto: non aver potuto interpretare 007.

Rupert Everett è stato solo onesto con se stesso e con il pubblico, è per questo che merita tutta la stima possibile.

Photo Credits | Getty Images

Leggi ora  Rupert Everett: “Non voglio sposarmi"