Richard Grenell, portavoce Romney, si dimette perché gay

Home » Cultura Gay » Richard Grenell, portavoce Romney, si dimette perché gay
Spread the love

Richard Grenell, portavoce Romney, si dimette perché gay Cultura Gay Richard Grenell, gay dichiarato, si dimette dalla carica di portavoce per le questioni di politica estera e sicurezza nazionale. Era stato assunto da Mitt Romney, uno dei candidati repubblicani alla Casa Bianca, poco meno di due mesi fa. Il diretto interessato nega, ma sembra che la decisione sia arrivata dopo i numerosi malumori scaturiti dai conservatori religiosi (fortemente corteggiati dal politico) che poco hanno gradito la sua omosessualità:

Pur apprezzando la sfida che mi è stata offerta per affrontare i fallimenti in politica estera di Obama e la sua debole leadership mondiale, la mia abilità di parlare chiaramente e con forza è stata grandemente diminuita dalla discussione iperpartigiana di questioni personali. Desidero ringraziare il governatore Romney per la sua fiducia in me e nelle mie capacità, e per avermi chiaramente spiegato che il mio essere apertamente gay non è un problema per lui e per il suo team.

Da parte di Romney è pervenuto solo un diplomatico “mi dispiace”. Del resto la strada per conquistare gli elettori ultrareligiosi adesso è tutta in discesa.

Leggi ora  Trascrizioni nozze gay, il Tar: non si possono annullare