Partifriendly, il primo portale rivolto al turismo gay in Puglia

Home » Cultura Gay » Partifriendly, il primo portale rivolto al turismo gay in Puglia
Spread the love

Partifriendly, il primo portale rivolto al turismo gay in Puglia Cultura Gay Lifestyle Gay Nella Puglia governata da Nichi Vendola, nasce un’importante iniziativa web per incrementare il turismo queer. A promuovere il portale Partifriendly sono Tommy Ditano, socia della Taverna del Maltese (uno dei locali friendly, cioè dichiaratamente alieno alle discriminazioni di Bari), Titti De Simone, ex parlamentare e fondatrice di Arcilesbica, Pina Cotroneo, che si occupa della masseria Santanna a Monopoli, Elena Violante, che ha cura di una casa vacanze a Triggianello, e Vitucci, che gestisce un’altra casa vacanze, Dimora il Palmento, a Ostuni. Una sfida tutta al femminile che non ha precedenti in ambito nazionale come spiegato da De Simone (Fonte Corriere Del Mezzogiorno):

In Puglia, terra di naturale contaminazione e di apertura alle differenze, manca un efficace collegamento tra chi offre e chi cerca, noi ci proponiamo di innescare questo circuito virtuoso. Per i gay, certo, ma non soltanto per loro. Penso alle donne sole: una categoria di viaggiatrici sempre più numerose, portatrici di esigenze particolari e che, in Puglia, non sanno a chi rivolgersi per trovare quello che cercano.

Vitucci ha descritto, in maniera minuziosa, i servizi offerti dal sito:

Elencherà i locali, ristoranti, stabilimenti, alberghi, “friendly”, i cui proprietari e gestori si siano impegnati a garantire ospitalità, cordialità, qualità a tutti i clienti indipendentemente dalla loro appartenenza a una minoranza. Ma non si limiterà a questo: organizzeremo eventi e ci proponiamo di contribuire a formare il personale di quelle strutture al fine di evitare il sorrisino, il darsi di gomito, e a dare informazioni senza cadere in atteggiamenti discriminanti. Ce n’è bisogno sì.

Partifriendly ha come principale obiettivo quello di offrire un servizio che punta a intercettare le esigenze dei suoi clienti lgbt:

Siamo in ritardo in tutta Europa le agenzie del turismo dedicano particolare attenzione al “friendly”. Anche quando si parla di destagionalizzare, come non partire da una differenziazione dell’offerta? Non viaggiano soltanto le famiglie.

Il progetto ha il patrocinio dell’assessorato al Turismo della Regione:

Quando ho illustrato l’idea al forum del turismo, a Bari, nel 2009, molti operatori si sono avvicinati e mi hanno chiesto come partecipare. In Toscana un progetto simile ha avuto il contributo da parte delle istituzioni. L’attenzione dimostra che la direzione è quella giusta. Tanto più per l’accogliente Puglia.

Leggi ora  Dot429: il social network professionale per i gay