Moldavia: governo finge di cedere ai protestanti omofobi per non perdere consensi

Home » Cultura Gay » Moldavia: governo finge di cedere ai protestanti omofobi per non perdere consensi
Spread the love

Moldavia: governo finge di cedere ai protestanti omofobi per non perdere consensi Cultura Gay La Moldavia ha approvato ultimamente un disegno di legge per proteggere la comunità GLBT da varie forme di discriminazione, sotto le pressioni dell’Unione Europea, preoccupata per il modo in cui vengono trattati gli omosessuali nel Paese. Dall’altra parte però, politici omofobi hanno chiesto al governo di non cedere al loro ricatto.

Insomma, la legge è stata approvata, ma le pesanti manifestazioni omofobe nel Paese hanno fatto sì che il governo fingesse di cedere alle proteste e di apportare modifiche alla nuova legge:

Dobbiamo ancora discutere della legge nel governo. La legge, nella sua essenza, manterrà il contenuto, ma si produrranno alcune migliorie. Non vogliamo allontanarci da certi principi, ma vogliamo compattare la società.

Di fronte a tale pressione omofoba, il governo ha aggiunto che proseguirà il dibattito al governo e tra gli enti sociali. Ovviamente le remore sono dovute al timore del governo di perdere consensi. Così l’ente governativo moldavo ha ritenuto placare i manifestanti, aggiungendo però che questi provvedimenti sono stati necessari per regolarizzare il sistema dei visti stabilito dall’Unione Europea. L’ennesimo tentativo di tenere il piede in due staffe

Leggi ora  Hector Balderas: "Sono favorevole al matrimonio gay"