Slovacchia: Jan Figel’ contrario alle violenze ai cattolici ma tace sui gay

Home » Cultura Gay » Slovacchia: Jan Figel’ contrario alle violenze ai cattolici ma tace sui gay
Spread the love

Slovacchia: Jan Figel' contrario alle violenze ai cattolici ma tace sui gay Cultura Gay Jan Figel’, Presidente dei cristiano democratici slovacchi, ha dichiarato, nello show politico 5 minuti alle due sulla STV, di essere a favore di una maggiore tolleranza sociale. Peccato che il politico abbia virato la domanda dell’intervistatore riguardo all’attuazione di una specifica risoluzione per scongiurare la violenza sui gay; egli ha semplicemente affermato:

Hanno diritto tutti alla vita in quanto non sia discriminatorio

Il partito Solidarietà e libertà aveva proposto un disegno di legge contro le persecuzioni degli omosessuali, dopo che altre fazioni politiche ne avevano approvata una contro quelle religiose. Il deputato Martin Poliacik sperava, infatti, che il partito cristiano democratico potesse appoggiare la loro risoluzione, così come si era battuto per i diritti dei cattolici.

Ma la risposta di Figel’ ha infranto ogni anelito di trattazione:

Ci rifiutiamo di condizionare una cosa con un’altra!

Possibile che sia tanto arduo elaborare un progetto che condanni tutte le forme discriminatorie e violente nei confronti di qualunque essere umano del pianeta terra?

Leggi ora  I Soliti idioti: "Che senso ha il Gay Pride?"