Grindr, il gay radar per iPhone

di Sebastiano 3

 Il gay radar esiste. Grindr, un’applicazione ipertecnologica per iPhone, è l’ultima moda tra la comunità gay d’Europa. Gay, bisex e curiosi, che si connettono tramite GPS o Internet, hanno la possibilità di trovare i propri simili in modo facile e veloce.

Unico requisito? Avere la stessa applicazione sul proprio cellulare (Grindr localizza i ragazzi gay sullo schermo in ordine di distanza dal più vicino al più lontano) e tanta voglia di conoscere bei ragazzi per ogni esigenza. Grindr è comodo e discreto. Non bisogna inserire un indirizzo e-mail, registrare un account, oppure passare attraverso un complicato processo di convalida.

Oltre a chattare con un ragazzo, è possibile conoscere le statistiche di corteggiamento, mostrare una foto e messaggi istantanei per approcciare il primo che ci piace. Addirittura si può condividere la propria posizione su una mappa e fare piani per incontrarsi subito.

Commenti (3)

  1. E’ una cacata. Già i gay sono zoccole prive di morale, poi se gli diamo pure un’applicazione del genere, finiamo per creare solo nacisisti-psicotici così malati da non desiderare di portare più avanti nessun rapporto, tanto così si finisce per considerare tutti perfettamente sostituibili (visto che si può sostituire il proprio partner al batter di ciglio). Complimenti. Stiamo creando una società di persone psichicamente disturbate incapaci di amare. Ottima applicazione. Complimenti eh

    1. Le solite esagerazioni già nel Medioevo ( tralasciando l’antica Roma) esistevano i casini dove chi aveva possibilità economiche entrava e sceglieva la donna che voleva scoparsi anche una diversa tutte le sere… Eppure dai secoli buii ci siamo pur evoluti!! È solo una comodità in più per far conoscenze e se per questo uno vuole evitare di fidanzarsi o avere relazioni durature dipende tutto dalla sua maturità psico-sentimentale non è o sarà colpa certo di GRINDR!!!

  2. giorgio… ma vaff********************!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>