Gian Paolo Gobbo: “Segretario gay? Impossibile per la virilità che caratterizza il partito”

Home » Cultura Gay » Gian Paolo Gobbo: “Segretario gay? Impossibile per la virilità che caratterizza il partito”
Spread the love

Gian Paolo Gobbo: "Segretario gay? Impossibile per la virilità che caratterizza il partito" Cultura Gay Primo Piano Intervistato da Klauscondicio, il sindaco di Treviso e segretario veneto della Lega Gian Paolo Gobbo ha escluso la possibilità di un segretario gay (Fonte Iris Press):

Non avremo mai un segretario gay anche perché l’uscita di Bossi è lontanissima, anzi non la vedo proprio. La Lega è sempre stata aperta a militanti omosex dai tempi di Los Padanos, una formazione gay che ha partecipato alle votazioni per la Padania che abbiamo fatto anni fa. Io credo che comunque un segretario gay, per la caratteristica storica di virilità che caratterizza il partito, non potrà mai esserci. Al di là di questo, non ho niente contro chi ha questi sentimenti, anche se credo che non si possa a tutti i costi condizionare pur di farsi vedere, l’esasperazione non porta mai bene.

Il politico, però, si mostra ben disposto verso i gay più sobri:

Certamente, questo è fondamentale e l’abbiamo anche dimostrato. Ognuno ha la propria identità, che se non viene esasperata e risponde alle esigenze di privatezza, sobrietà e rispetto non ostacola la militanza ed eventuali ruoli di responsabilità all’interno del partito.

Leggi ora  Francesco Testi gay? Profondamente legato ad Alberto Tarallo secondo la Ferilli