Ghana, campagna per l’omosessualità e il nudismo

Home » Cultura Gay » Ghana, campagna per l’omosessualità e il nudismo
Spread the love

Ghana, campagna per l'omosessualità e il nudismo Cultura Gay Ci vuol coraggio. Ed alcuni ghanesi lo hanno avuto per emergere dalla massa e difendere l’omosessualità in Africa, più precisamente in Ghana. Avanzate dunque per l’occasione le proposte e i motivi per i quali il Ghana deve essere conforme agli ordini emessi unilateralmente dal primo ministro britannico David Cameron e dal presidente Usa Barack Obama affinché il Ghana possa aderire ai diritti gay.

Ecco allora il ritiro degli aiuti stranieri che i ministri delle finanze nel corso degli anni hanno preso in considerazione nella dichiarazione bilancio annuale come componente principale delle entrate. E per l’occasione i sostenitori ghanesi residenti all’estero hanno avanzato convincente ragioni storiche ed evolutive con la speranza che il Paese possa abbracciare l’omosessualità.

Cosa dire poi del nudismo? C’è chi lo rivendica come diritto umano. E chi, Africa in primis, lo vede come un qualcosa di malato e immorale.

Leggi ora  Riconoscere la propria sessualità: nessun limite d'età