Fare coming out con se stessi è difficile?

di Valentina Cervelli Commenta

Oggi vogliamo porvi una domanda molto personale: è’ difficile fare coming out con se stessi? Sono davvero cambiate le cose rispetto a qualche decennio fa? E’ facile ammettere che si provano dei sentimenti per persone dello stesso sesso? Come ci si sente quando per la prima volta si prende coscienza?

Vero, è più di una domanda, ma sono tutte correlate allo stesso concetto: ovvero quello della comprensione di se stessi e della propria capacità di amare. “L’amore non conosce genere”, non smetteremo mai di ricordarlo. E se ci si innamora lo si fa di una persona, non di un oggetto o di una particolare connotazione sessuale. Può accadere a chiunque.  Si può essere attratti da persone del sesso opposto ed amare una persona dello stesso sesso. Può sembrare una contraddizione in termini o un inno alla pansessualità ma in realtà basta guardarsi un po’ in giro per capire che una condizione più che reale.

Forse dovremmo contestualizzare maggiormente la domanda a dire il vero, anche se non è semplice. Perché quando una persona scopre di essere attratta da persone del suo stesso sesso ha due scelte: accettarsi e vivere la vita in piena autonomia e libertà con soddisfazione o scendere a compromessi con quello che non è e costruirsi una vita sociale non rispondente alla sua natura.  Quindi si, spesso è molto difficile. E la colpa, inutile dirlo, è ovviamente di quei “paletti” imposti da una società che ancora non riesce a capire che il sentimento prescinde da tutto e che l’omosessualità, come l’eterosessualità, è un istinto naturale.

E’ assurdo, se ci si riflette, pensare che si necessiti di tale distinzione. L’essere umano tende a voler tenere tutto sotto controllo. Ma siamo sicuri che sia sempre la cosa giusta da fare?  Certo, l’esperienza cambia da persona a persona, ma non pensate che se vi fosse una società differente, più giusta e meno razzista, fare coming out con se stessi non sarebbe così difficile? Pensateci.

Photo Credit | Getty Images

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>