Bryan Fischer: “Omosessuali come cannibali”

di Giada Commenta

Non ha certo paura di nascondere la sua omofobia il rappresentante della American Family Association Bryan Fisher che, durante un’intervista, chiede alla società di riformulare il significato della parola “discriminazione” che utilizza, con fantasia e coraggio, per identificare gli omosessuali come pedofili, o addirittura, cannibali.

Bryan Fischer non ha infatti nascosto di avere un’opinione molto pittoresca degli omosessuali che giudica in modi sempre diversi e mai tolleranti: dall’etichetta di pedofili, violentatori e bestie, l’estremista Fischer ha ora paragonato l’omosessualità al cannibalismo:

Si dovrebbe agire contro i comportamenti socialmente distruttivi e corrosivi. Siamo discriminatori verso la sessualità, che giudichiamo immorale e inappropriata mentre è proprio l’omosessualità che risponde a queste caratteristiche. E’ tempo che la società rivisiti la definizione del termine “discriminazione”: bisogna discriminare gli atteggiamenti di adulterio, pedofilia, violenze fisiche e sessuali, varie bestialità e, sì, omosessualità.

E ancora:

Dobbiamo lottare contro gli omosessuali non perché odiamo le persone, ma perché le amiamo. Non vogliamo vedere la nostra società distrutta dalle loro scelte sessuali.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>