Australia: l’Aids può essere combattuta potenziando la risposta immunitaria naturale

Home » Cultura Gay » Australia: l’Aids può essere combattuta potenziando la risposta immunitaria naturale
Spread the love

Australia: l’Aids può essere combattuta potenziando la risposta immunitaria naturale Cultura Gay Una ricerca, condotta su dei topi affetti da una rara forma di HIV, ha rilevato che rafforzando il loro sistema immunitario sono riusciti a guarire dalla malattia. Gli scienziati del Walter ed Eliza Hall Institute in Australia sono convinti che le loro scoperte potrebbero aiutare a sviluppare farmaci per combattere infezioni come l’HIV, l’epatite B e C e la tubercolosi.

Nei topi infettati, i ricercatori hanno esaminato il ruolo di IL-7, un ormone presente naturalmente nel complesso immunitario. Di fronte a un’epidemia come l’Aids, un gene chiamato SOCS-3 sarebbe in grado di arrestare l’espandersi del contagio. Inoltre, è emerso che l’incremento dei livelli di IL-7, ha permesso di combattere la malattia a poco a poco. Il dottor Marc Pellegrini, a capo del progetto, ha spiegato quali sono le difficoltà per debellare uno dei mali assoluti dell’umanità:

I virus come l’HIV e l’epatite B e C danneggiano inesorabilmente il sistema immunitario, con conseguente istituzione di infezioni croniche che tuttora sono incurabili. Nonostante gli sforzi enormi, la risposta immunitaria di lunga durata per alcuni di questi virus risulta inefficace, perché il corpo è talmente invaso dal virus che il sistema immunitario rinuncia a cercare di combattere l’infezione. Il nostro approccio è quello di scoprire alcuni dei meccanismi che causano questo esaurimento immunitario, e manipolare i geni ospitanti per vedere se siamo in grado di potenziare la risposta immunitaria naturale, al fine di battere l’infezione.

Leggi ora  Paola Concia: "Legge anti-omofobia calendarizzata per il 23 maggio"