Calcio: uno su quattro conosce almeno un giocatore gay

di Marziano Commenta

 Si fanno ricerche sociologiche/scientifiche di ogni tipo: dalla durata di permanenza di un peperone all’interno dello stomaco di un essere umano (e qui scommettiamo che i tempi sono lunghi, molto lunghi) alla quantità di mugolii prodotti durante un rapporto sessuale, in tutto questo poteva mancare uno studio sui calciatori gay?

Due ricercatori inglesi, tali Ellis Cashmore e Jamie Cleland, hanno deciso di intervistare più di 3.000 tra giocatori, allenatori, arbitri e tifosi, con l’obbiettivo di scoprire se nel mondo del pallone esistono omosessuali. Dagli intervistati non è uscito fuori alcun nome di giocatore omosex, anche se uno su quattro ha dichiarato di conoscerne almeno uno.

Insomma, l’indagine da questo punto di vista fa la scoperta dell’acqua calda e soprattutto non ci aiuta a capire ‘chi’ sia gay all’interno del calcio. C’è da dire che un passo avanti i due studiosi lo compiono: entrambi sono concordi nel dire che il primo calciatore che uscirà allo scoperto verrà sommerso da numerosi contratti da parte degli sponsor, arrivando ad incassare molti più soldi di quelli che guadagna grazie all’accordo con la propria società sportiva. A questo punto dichiarare la propria omosessualità potrebbe rivelarsi un’ottima azione: c’è da guadagnarci in tutti i sensi, non solo nelle lodi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>