The Sims 3, Carlo Giovanardi lo vieterbbe ai minori: “Una campagna promozionale delle lobby che vogliono promuovere certi valori”

di Sebastiano 1

Dopo l’europarlamentare dell’Udc, Carlo Casini, non poteva mancare il Giovanardi pensiero sulla terza edizione di The Sims, che permette ai personaggi dello stesso stesso di contrarre matrimonio e poter adottare bambini. Come le più rosee previsioni, il Sottosegretario alla Famiglia, ha attaccato la casa produttrice del videogame:

Dietro “The Sims” c’è una campagna promozionale delle lobby che vogliono promuovere certi valori. Queste lobby promuovono una cultura in contrasto con le leggi di un Paese, come nel caso del matrimonio gay che da noi non è consentito. I produttori di questo videogioco spieghino che da noi non esiste questa possibilita’. Che il matrimonio uomo-uomo e donna-donna da noi e’ fuori legge. Che siano trasparenti verso i consumatori.

Paolo Patanè, presidente nazionale Arcigay, si è affrettato a liquidare i due politici:

Sono contento di questo videogioco. Penso che tutto quello che sia dialogo corretto ed equo nel mondo del lavoro, della scuola, dell’universita, che sia pubblicita’ e anche un gioco, contribuisce a ricordare che una societa’ e’ fatta di pluralita’ di situazioni, di fatti, di vite. Tutto quello contribuisce a rendere normali tanti modi di essere di uomini e donne e’ giusto. Non esiste un solo modo di essere. Al contrario di quello che si pensa, non si nasce solo etero. Non sono i giochi a cambiare l’orientamento sessuale delle persone. Gli orientamenti sono naturali, non cambiano con i giochi, se qualcuno la pensa diversamente, e’ preoccupante.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>