Spagna: discriminazione gay nella Sanità pubblica

Home » Cultura Gay » Spagna: discriminazione gay nella Sanità pubblica
Spread the love

Spagna: discriminazione gay nella Sanità pubblica Cultura Gay GLBT News I medici dovrebbero assistere ogni individuo indistintamente… Sarebbe bello se fosse così, vero? Purtroppo, la realtà è ben un’altra! Nelle Asturie, in Spagna, la Sanità ha operato una discriminazione nel confronti di una donna lesbica. A denunciare il fatto è stata l’associazione Xente Gay Astur e lo ha fatto pubblicamente. La sanità asturiana non ha, infatti, permesso a Silvia G., una donna lesbica, di accedere alle tecniche di fecondazione assistita. La motivazione? A detta dei sanitari, non esiste infertilità nei maschi! Una vera e propria omofobia sanitaria!

Noto è il caso similare accaduto ad una coppia di lesbiche che aveva, appunto, aperto il dibattito sulla discriminazione del personale medico spagnolo.

Xega ha commentato così gli incresciosi eventi:

Sono la prova della campagna discriminatoria che i gay, le lesbiche e i trans asturiani stanno subendo da parte della Sanità!

E’ molto triste constatare come un’istituzione che dovrebbe sostenere ad aiutare tutti i cittadini sia spesso autrice di gesti omofobi e lesivi della dignità dell’individuo!

Leggi ora  Olanda, ministro della salute sostiene la posizione contro terapia per curare omosessualità