Scilipoti: “Paola Concia lesbica orgogliosa come un ladro”

di Redazione 1

Intervistato da Klauscondicio, il leader dei Responsabili, Domenico Scilipoti ha sferrato l’ennesimo attacco gratuito verso la comunità lgbt italiana prendendosela, questa volta, con l’onorevole PD, Paola Concia (Fonte Asca):

Paola Concia e’ orgogliosa di essere lesbica? Va bene, ma questo che significa? Anche una persona che si dichiara ladro si dice orgoglioso di esserlo proprio perche’ si comporta in maniera diversa da tutti gli altri.

Ha aggiunto:

Attenzione, uno puo’ dire quello che vuole e fa bene, per carita’, io non voglio contestarla o farle alcun tipo di rimprovero. Ho solo fatto riflessioni ad alta voce e ho il coraggio di dire cio’ che penso. Se Paola Concia rivendica il suo lesbismo va bene, ma d’altra parte io rivendico cio’ che penso con molta forza, e non ho nessuna difficolta’ a sostenerlo e a gridarlo sempre piu’ forte. La Concia fa una scelta personale ma sicuramente due donne che stanno insieme non possono essere paragonate ad una famiglia.

Il politico si rifà addirittura alla Bibbia per condannare l’essere omosessuale:

La Bibbia ha ragione, la sodomia e’ contro natura ed io condivido questa posizione anche come uomo di scienza: l’atto sessuale fra due uomini e’ qualcosa che non e’ ne’ accettabile ne’ pensabile. Io sono uomo di fede e gia’ le ho detto tutto: la Bibbia ha ragione. Anche la scienza vede l’omosessuale (non in tutti i casi, c’e’ sempre l’eccezione) portatore dal punto di vista del codice genetico di qualcosa forse di diverso che lo spinge ad indirizzarsi verso il proprio sesso e non a cercare il sesso diverso. E’ anche dal punto di vista scientifico che su questo argomento potremmo riflettere e fare qualche analisi.

Photo Credits | Getty Images

Commenti (1)

  1. ma stu coglione ancora parla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>