Comuni che riconoscono le unioni gay: ci vivono 143 milioni di americani

Home » Cultura Gay » Comuni che riconoscono le unioni gay: ci vivono 143 milioni di americani
Spread the love

Comuni che riconoscono le unioni gay: ci vivono 143 milioni di americani  Cultura Gay E poi dicono che rivoluzione non c’è stata. Negli ultimi 15 anni, sappiate, il numero di americani che vivono in comuni che riconoscono unioni gay è aumentato di dieci volte. Lo dice un’indagine pubblicata a Washington.

La ricerca illustra ben cinque principali indicatori che hanno dato il via alla “scossa sismica” a partire dal 1996, quando l’allora presidente degli Stati Uniti Bill Clinton firmò il DOMA (Defense of Marriage Act, legge in difesa del matrimonio) per vietare alle agenzie federali di riconoscere le unioni giuridiche delle coppie gay e lesbiche.

In 15 anni, dicevamo, il supporto per l’uguaglianza al matrimonio è raddoppiato dal 27% al 53%. Il numero di americani che vivono in comuni che riconoscono i sindacati gay è aumentata da 13 a 143 milioni. Così come è cresciuto il numero di aziende che offrono protezioni e benefici ai dipendenti gay e i loro partner.

Leggi ora  Washington: i matrimoni gay celebrati in altri Stati saranno convalidati