In Inghilterra il primo parto di una madre trans

Home » GLBT News » In Inghilterra il primo parto di una madre trans
Spread the love

In Inghilterra il primo parto di una madre trans GLBT News Primo Piano Sarebbe avvenuto in Inghilterra il primo parto realizzato da una madre transessuale: un evento che, contrariamente a quanto si crede, sarebbe avvenuto per la prima volta in Gran Bretagna, un primato tutto inglese che smentirebbe quello presentato dai giorni scorsi e sostenuto da Yuval Topper.

La notizia è stata comunicata ufficialmente dalla “madre maschile” in questione che avrebbe dichiarato di detenere il primato dello speciale parto. Una dichiarazione confermata anche da Joanna Darrell, specialista consultata dalla madre uomo, e incaricata di prendersi cura del parto e della gestazione, entrambi conclusi positivamente: “Mi ha chiamata dopo sei mesi per ringraziarmi dell’aiuto offerto”.

Thomas Beatie, è questo il nome della “madre trans”, si era sottoposto a un’operazione chirurgica per poter cambiare i propri attributi ma aveva scelto di conservare le proprie ovaie per poter completare un parto, considerata la sterilità della moglie. Dal 2007, anno di nascita del primo figlio, la famiglia ha dato alla luce ben tre figli, tutti allattati dalla madre e moglie Nancy. La questione era stata riportata all’attualità a seguito del parto dell’uomo Yuval Topper, il primo uomo israeliano ad aver partorito un figlio.

Contrario ad entrambi gli eventi il medico e chirurgo Christopher Inglefield che ha spiegato al Sunday Times come gli ormoni presi durante la riassegnazione sessuale possano portare al cancro: “L’ideale sarebbe poter esportare degli ovuli prima della cura e utilizzarli poi impiantandoli in una madre surrogato”.

Contrario, per altre questioni, il medico Trevor Stammers che ha spiegato come queste nascite possano causare seri danni all’infanzia e allo sviluppo dei bambini nati da un genitore trans.

Leggi ora  Coppie trans: marito cambia sesso e si risposa

Photo Credits | Getty Images