L’Isola di Man riconosce le unioni gay

Home » Cultura Gay » L’Isola di Man riconosce le unioni gay
Spread the love

L'Isola di Man riconosce le unioni gay Cultura Gay

Dal prossimo 6 aprile, l’Isola di Man riconoscerà le coppie gay, equiparando le unioni lgbt a quelle sposate in materia di eredità, pensione e indennità fiscali, un pò come accaduto alla Gran Bretagna quasi cinque anni fa. E’ da sottolineare l’enorme passo in avanti compiuto se si pensa che l’omosessualità era illegale fino al 1992 e che l’età per il sesso consensuale è stata pareggiata solo nel 2006. Il Ministro del Tesoro, Allan Bell, che ha presentato il disegno di legge, ha commentato:

E’ stato un momento estremamente difficile per le persone omosessuali che desiderano vivere relazioni amorevoli alla luce del sole. Ma i diritti dei gay sono più tutelati negli ultimi 20 anni sull’isola. E’ un posto molto diverso ora, è più tollerante, e la comprensione è inclusiva.

Ha, inoltre, aggiunto che il cambiamento avrebbe messo la parola fine della percezione dell’Isola come una “società arretrata”. Se lo dice lui…

Leggi ora  Sicilia: Udc firma disegno di legge per riconoscere le unioni civili