La Repubblica Ceca adotta test gay per i richiedenti d’asilo politico

Home » Cultura Gay » La Repubblica Ceca adotta test gay per i richiedenti d’asilo politico
Spread the love

La Repubblica Ceca adotta test gay per i richiedenti d'asilo politico Cultura Gay La Repubblica Ceca è stato condannata per aver usato “test fallometrici” per verificare l’effettiva omosessualità dei richiedenti d’asilo politico. Secondo un rapporto dell’Agenzia dell’Unione Europea per i Diritti Fondamentali (FRA), la reazione fisica a materiale pornografico eterosessuale sarebbe la prova schiacciante della menzogna.

Secondo le informazioni fornite dal Ministero degli Interni ceco, i test sono stati fatti per appurare la verità sull’essere gay degli esiliati solo dove appaiono forti incongruenze nel momento dell’intervista. La Comunità europea ha contestato l’uso improprio di questa bizzarra tecnica perchè, i richiedenti asilo sono stati costretti a sottoporsi al test senza dare alcun consenso scritto.

Tuttavia, coloro che rifiutano forzatamente di non affrontare la prova sono considerata come mentitori accaniti col rischio concreto del rigetto della loro domanda. E allora ad un bisex che, davanti ad una scena hot uomo-donna, potrebbe ritrovarsi visibilmente eccitato… che destino gli spetterebbe? Intervenendo sullo spinoso caso le Nazioni Unite hanno riferito:

L’auto-identificazione come appartenente al sistema LGBT dovrebbe essere presa come indicazione dell’orientamento sessuale dell’individuo.

I nostri amici ceci avranno certamente pensato… fidarsi è bene non fidarsi è meglio!

Leggi ora  Rosie O'Donnell attacca Donald Trump per le sue posizioni sui gay