Gay Pride Hong Kong: organizzazioni GLBT in marcia

Home » Manifestazioni Gay » Gay Pride Hong Kong: organizzazioni GLBT in marcia
Spread the love

Gay Pride Hong Kong: organizzazioni GLBT in marcia Manifestazioni Gay Più di 2000 persone hanno marciato su Hong Kong lo scorso sabato durante la Gay Pride Parade, un’occasione che ha riunito moltissime persone e che ha riportato l’attenzione sui diritti degli omosessuali, una manifestazione sentita e voluta non solo dalle associazioni GLBT, ma anche dagli stessi cittadini che, grazie al tam tam on line, si sono dati appuntamento nelle vie centrali della città.

L’omosessualità era stata decriminalizzata ufficialmente in Asia nel 1991 ma ad Hong Kong non fu riconosciuto lo stesso trattamento, un situazione che disconosce, ancora oggi, la possibilità di unirsi in un’unione civile tra persone dello stesso sesso.

Gli attivisti delle associazioni GLBT hanno voluto manifestare e mostrare il loro disaccordo spiegando alla stampa i motivi della loro protesta. Alcune delle dichiarazioni sono state registrate e hanno fatto il giro del mondo; parole forti e spiriti che hanno scelto di non arrendersi di fronte all’ottusità governativa:

Rispetto al resto dell’Asia, Hong Kong vanta più sostegno alle comunità gay grazie alla presenza delle organizzazioni GLBT. Per questo siamo qui oggi: vogliamo una società che sappia chi siamo e che ci protegga, senza discriminazioni. Speriamo che il governo applichi delle leggi contro le discriminazioni sul lavoro, in famiglia e a scuola.

Photo Credits | Getty Images

Leggi ora  Il giornalista russo Maxim Shevchenko definisce Lady Gaga una puttana per il suo sostegno ai gay