L’Iran richiama l’ambasciatore dell’Azerbaijian: “Eurovision? Gay parade”

di Redazione Commenta

L’Azerbaigian si prepara ad ospitare l’Eurovision, il festival della musica europea, ma a quanto pare l’Iran non è molto contento di ciò. Il motivo? Per alcuni esponenti religiosi di Teheran il problema non è la musica pop, ma il tipo di gente che questa attrae. Gay in primis. E ciò che fa paura è anche una sfilata omosessuale.

Insomma, l’Ayatollah Mohsen Mojtahed Shabestari si è indignato con Baku e ha chiesto invano alle autorità di annullare la festa invocando “la rabbia del popolo e di Dio”. Dall’Azerbaigian è giunto un tentativo di chiarimento e di rassicurazione. Ali Hasanov, capo del dipartimento di politiche pubbliche, ha infatti commentato:

Ospitiamo una gara canora, non una parata gay.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>