leonardo.it
Ultimi Articoli

Berlusconi: un esposto dopo le sue battute contro i gay

Di Marziano | 8 dicembre 2010
Berlusconi: un esposto dopo le sue battute contro i gay

Giovanni Caponetto, presidente Comitato Arcigay Provincia di Torino, Andrea Benedino, membro segreteria provinciale Pd, Paolo Briziobello, fondatore Rete Nazionale di Cittadini Presente e Futuro,  Maria Cascella cittadina, esponente della società civile, Anna Paola Concia, parlamentare Pd, Aurelio Mancuso, presidente Equality Italia, e Maurizio Mori presidente di Consulta di Bioetica Onlus, hanno depositato un esposto presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Torino nei confronti di Silvio Berlusconi. Il Presidente del Consiglio dovrà pagare legalmente per quanto dichiarato nelle settimane scorse. Quale tra le tante dichiarazioni? Di parole idiote dalla bocca di Silvio in the sky (come dice la Littizzetto) se ne sentono praticamente una ogni ora, ma quella a cui noi ci riferiamo riguarda l’uscita sugli omosessuali:Continua a leggere

Le associazioni gay boicotteranno i Mondiali di calcio in Qatar

Di Sebastiano | 7 dicembre 2010
Le associazioni gay boicotteranno i Mondiali di calcio in Qatar

Il Gay Football Supporters Network, impegnato da anni nel trasmettere i sani valori del calcio, è intenzionata a boicottare tutte le attività legate ai Mondiali del 2022 che si terranno nel Qatar, notoriamente terra omofoba. La parola ad Ed Connell, responsabile unico delle campagne GFSN: Pensiamo che la Coppa del Mondo non dovrebbe tenersi in qualsiasi Paese che ignora i diritti umani fondamentali delle persone LGBT. Il presidente della Fifa Sepp Blatter parla del suo desiderio di inclusione e di portare il gioco a tutto il mondo. Con lo svolgimento della gara in Qatar non si è tenuto conto di milioni di appassionati di calcio LGBT di tutto il mondo che non si sentono accettati in un Stato altamente omofobo ed in cui possono essere arrestati solo per essere se stessi. Ai fan gay sarà improbabile assistere al più grande torneo di calcio a causa del timore di infrangere la legge.Continua a leggere

Trevor Donovan contro il bullismo omofobico (video)

Di Sebastiano | 7 dicembre 2010
Trevor Donovan contro il bullismo omofobico (video)

Anche Trevor Donovan scende in campo per combattere il bullismo omofobico tra gli adolescenti americani (e non solo). L’attore, interprete di Teddy Montgomery nella serie tv 90210, ha girato un video in cui condanna fermamente il fenomeno: Di recente, ci sono stati diversi suicidi di adolescenti nei notiziari nazionali. E questi ragazzi, da quello che ho letto, sono stati vittima di bullismo perché erano percepito come diverso. Deve essere abbastanza duro si occupano di questioni personali – come la lotta con la propria identità sessuale – ma quando si aggiunge nei casi di abuso, l’isolamento e il bullismo da coetanei, può diventare addirittura insostenibile per alcuni. Se vedi questo o sei a conoscenza di qualcosa di simile che succede nella tua scuola fai qualcosa, dillo a qualcuno. Non si tratta di avere rispetto per un diverso stile di vita, ma per la vita stessa. Dopo il salto, il video.Continua a leggere

Messico: l’arcidiocesi di Leon pubblica dodici punti per curare l’omosessualità

Di Sebastiano | 7 dicembre 2010
Messico: l’arcidiocesi di Leon pubblica dodici punti per curare l’omosessualità

Il vescovo di Leon, un piccolo agglomerato cittadino del Messico, ha diramato un prontuario tra i sacerdoti della zona, dal titolo emblematico Cura pastorale delle persone attratte dal loro stesso sesso, curato da P. Juan Martínez Cardoso, per curare i fedeli dal virus dell’omosessualità. Nella speciale sezione, Dodici passi per compiere il cammino della nuova creazione, l’alto prelato elenca i dodici punti per non cadere in tentazione e sconfiggere il male supremo… che ci sia lo zampino del diavolo? Dopo il salto, trovate le idiozie più divertenti del momento.Continua a leggere

La Repubblica Ceca adotta test gay per i richiedenti d’asilo politico

Di Sebastiano | 7 dicembre 2010
La Repubblica Ceca adotta test gay per i richiedenti d’asilo politico

La Repubblica Ceca è stato condannata per aver usato “test fallometrici” per verificare l’effettiva omosessualità dei richiedenti d’asilo politico. Secondo un rapporto dell’Agenzia dell’Unione Europea per i Diritti Fondamentali (FRA), la reazione fisica a materiale pornografico eterosessuale sarebbe la prova schiacciante della menzogna. Secondo le informazioni fornite dal Ministero degli Interni ceco, i test sono stati fatti per appurare la verità sull’essere gay degli esiliati solo dove appaiono forti incongruenze nel momento dell’intervista. La Comunità europea ha contestato l’uso improprio di questa bizzarra tecnica perchè, i richiedenti asilo sono stati costretti a sottoporsi al test senza dare alcun consenso scritto.Continua a leggere

Glee troppo gay? I fan protestano su Facebook

Di Sebastiano | 7 dicembre 2010
Glee troppo gay? I fan protestano su Facebook

La seconda stagione di Glee sta accendendo diverse polemiche tra i detrattori dello show. Dopo il bacio gay bacio tra Kurt Hummel (Chris Colfer) ed il giocatore di football americano, Max Adler (Dave Karofsky) e l’ingresso di Darren Criss nel ruolo di Blaine, è stato creato un gruppo su Facebook (più di diecimila iscritti) contro la svolta gay della serie tv… alcuni auspicano che venga addirittura cancellata. Si legge frasi del tipo: Waaa questo spettacolo mi dà gli incubi. Ho paura di essere violentato da tutto il cast di Glee. Cosa c’è di più frocio di questo show? Quale canzone rovineranno la prossima volta?Continua a leggere

Ricerca: i gay inglesi più puniti a scuola e nei tribunali

Di Sebastiano | 7 dicembre 2010
Ricerca: i gay inglesi più puniti a scuola e nei tribunali

Uno studio della Yale University, che verra’ pubblicato sul numero di gennaio 2011 della rivista Pediatrics, ha messo in luce che oltre il 40% dei ragazzi omosessuali dichiarati ha più probabilita’ di essere puniti dalle autorita’ scolastiche, la polizia e i tribunali. Kathryn Himmelstein, che ha avviato la ricerca, è rimasta sconcertata dal risultato dei primi test (Fonte Agi): Abbiamo scoperto che quasi tutti i tipi di punizioni, tra cui espulsioni dalla scuola, arresti, condanne, sono piu’ frequentemente riservati ai giovani gay.Continua a leggere

Debora Serracchiani: “‘Le espressioni di Giovanardi sui gay sono una chiara manifestazione del pensiero omofobo”

Di Sebastiano | 7 dicembre 2010
Debora Serracchiani: “‘Le espressioni di Giovanardi sui gay sono una chiara manifestazione del pensiero omofobo”

L’europarlamentare del PD Debora Serracchiani risponde alle affermazioni di Carlo Giovanardi secondo cui ‘se uno e’ omosessuale e’ affare suo, ma se fa apertamente coming out la sua omosessualita’ diventa un manifesto politico’ (Fonte Asca): Le espressioni di Giovanardi sui gay oramai non sono piu’ il sintomo di una personale arroganza e di un pregiudizio incancrenito: sono una chiara e articolata manifestazione del pensiero omofobico. Il problema vero e’ che questo pensiero intollerante e’ ospitato tra i banchi del Governo italiano, e ogni volta che Giovanardi parla ne esprime l’indirizzo politico.Continua a leggere

Diva Mon Amour: 15 gay raccontano 15 grandi icone

Di Marziano | 7 dicembre 2010
Diva Mon Amour: 15 gay raccontano 15 grandi icone

Diva Mon Amour, è questo il titolo del libro curato da Gaspare Baglio che ha come tema le icone omosessuali. All’interno del volume sono raccontate quindici storie di personaggi che amano e a loro volta sono amate dal pubblico gay. Si parte dalle icone internazionali come Madonna, Joan Crawford, Marlene Dietrich, fino ad arrivare a Samantha, Charlotte, Carrie e Miranda di Sex and the city. Non potevano mancare le icone di casa nostra come Patty Pravo, Loretta Goggi, Viola Valentino. Da ricordare, inoltre, che altrettanti quindici scrittori hanno prestato la loro penna per raccontare questi miti lgbt (Alessio Arena, Franco Buffoni, L. R. Carrino e Insy Loan).Continua a leggere

Usa: l’ambasciatore David H. Thorne testimonial di Gay Help Line

Di Sebastiano | 6 dicembre 2010
Usa: l’ambasciatore David H. Thorne testimonial di Gay Help Line

L’ambasciatore degli Stati Uniti in Italia David H. Thorne è il testimonial della nuova campagna pubblicitaria televisiva di Gay Help Line, il call center gratuito che offre consulenza legale, medica e psicologica per gay, lesbiche e trans. In occasione della Giornata Mondiale dei Diritti Umani, l’ambasciata di Roma ha deciso di collaborare con le associazioni lgbt per sensibilizzare l’opinione pubblica su un tema molto importante e per aiutare i ragazzi e le ragazze omosessuali vittime di discriminazioni e atti di bullismo. Così, Fabrizio Marrazzo, responsabile di Gay Help Line, ha commentato l’iniziativa:Continua a leggere

Manhattan Declaration: gruppi cristiani rivogliono l’applicazione anti-gay per iPhone

Di Sebastiano | 6 dicembre 2010
Manhattan Declaration: gruppi cristiani rivogliono l’applicazione anti-gay per iPhone

Sta facendo discutere tutto il mondo, Manhattan Declaration, l’applicazione anti-gay per iPhone. Messa in commercio (e scaricabile gratuitamente) dalla Apple per testare l’inserimento della comunità lgbt nel tessuto sociale mondiale, l’adattamento omofobo di un comune sondaggio è stato bandito dalle associazioni gay perchè invitava ad alimentare l’odio per gli omosessuali. Domande come ‘Sei favorevole al matrimonio tra due uomini’ o ‘Accetteresti un figlio gay‘ sono sono state ritenute altamente offensive tant’è che, dopo nemmeno una settimana, l’ingarbugliato congegno è stato ritirato dal mercato: Abbiamo rimosso l’applicazione di Manhattan Declaration perché viola le nostre linee guida essendo offensiva per un cospicuo numero di persone.Continua a leggere

Le associazioni gay contro i Mondiali di calcio in Russia e Qatar

Di Sebastiano | 6 dicembre 2010
Le associazioni gay contro i Mondiali di calcio in Russia e Qatar

Le organizzazioni internazionali gay hanno detto di essere “profondamente preoccupate” per la decisione della FIFA di assegnare i Mondiali di calcio del 2018 e 2022 a Russia e Qatar. L’omosessualità è illegale in Qatar e i trasgressori possono essere puniti con frustate e carcere, mentre Mosca ha vietato Gay Pride per diversi anni. Peter Tatchell, selvaggiamente picchiato da teppisti neo-nazista in un Pride a Mosca nel 2007, ha dichiarato (Fonte Pink News): Entrambi i Paesi registrano una situazione molto carente nell’ambito dei diritti umani: non solo per quel che riguarda i gay, ma anche in merito ai diritti delle donne, alla libertà di protesta e di stampa. Lo sport non dovrebbe mai essere accontentars delle briciole dei diritti umani. La FIFA ha anteposto i propri interessi corporativi al benessere delle persone che vivono in Russia e in Qatar.Continua a leggere

Amber Heard fa coming out: “Sono lesbica”

Di Sebastiano | 6 dicembre 2010
Amber Heard fa coming out: “Sono lesbica”

Hollywood è diventata terra fertile dei coming out. Alla presentazione di un evento benefico promosso dalla GLAAD (Gay & Lesbian Alliance Against Defamation) l’attrice Amber Heard ha rivelato di essere lesbica e di stare da quasi due anni e mezzo con una ragazza di cui è innamoratissima (Fonte After Ellen): Penso che GLAAD sia uno dei tanti motivi per i quali, a 24 anni, possa fare il mio coming out. Non posso essere una parte del problema. Odio il concetto di etichetta come chiunque ma sono con chi sono, amo chi amo e la mia vita personale non dovrebbe influenzare il mio essere attrice. Personalmente penso che, se negate qualcosa o se la nascondete, state involontariamente ammettendo che sia sbagliata. Non penso di sbagliarmi.Continua a leggere

Carlo Giovanardi: “I militari gay non devono dichiararsi”

Di Sebastiano | 6 dicembre 2010
Carlo Giovanardi: “I militari gay non devono dichiararsi”

Intervenendo a Klauscondicio, il programma su Youtube di Klaus Davi, Carlo Giovanardi ha espresso il suo punto di vista sulla presenza di militari gay nell’esercito italiano (Fonte Asca): Concordo in pieno con le regole dell’esercito Usa. Non chiedere e non dire che sei gay. Perche’ se uno e’ omosessuale e’ affare suo, ma se fa apertamente coming out non e’ piu’ affare suo, la sua omosessualita’ diventa un manifesto politico. L’invito di Giovanardi è quello a non fare coming out: Non dico che un omosessuale conclamato sia inadatto all’esercito, io dico che un omosessuale puo’ essere ed e’ stato un grande politico, un grande imprenditore, un grande artista, ma questi lo sono stati per la loro intelligenza, non perche’ hanno mai proclamato di essere gay. Concordo con l’ordinamento americano perche’ credo che anche per un ufficiale italiano che cominciasse a praticare la poligamia o a tenere atteggiamenti non consoni alla divisa che indossa abbia qualche difficolta’ a continuare a fare l’ufficiale. Se uno e’ omosessuale e’ affare suo, se diventa un militante di un movimento gay non e’ piu’ un affare suo, diventa un manifesto politico.Continua a leggere

Cultura Gay
Altri Articoli
GLBT News
Gossip Gay