Piero Marrazzo: “I trans? Donne all’ennesima potenza”

Home » Cultura Gay » Piero Marrazzo: “I trans? Donne all’ennesima potenza”
Spread the love

Piero Marrazzo: "I trans? Donne all'ennesima potenza" Cultura Gay In un’intervista pubblicata ieri su La Repubblica, l’ex governatore della Regione Lazio, Piero Marrazzo vuole mettere la parola fine alle vicende personali legate agli incontri con transessuali in via Gradoli a Roma, che gli hanno costato credibilità come uomo, padre, marito e politico:

Quella persona non era “la mia fidanzata” come è stato scritto. Mi era capitato in passato di avere rapporti con prostitute, come a volte agli uomini accade – specie se oberati dal dovere di essere all’altezza delle aspettative, pubbliche e private. So che non è bello da sentire e non è facile da dirsi, ma una prostituta è molto rassicurante. È una presenza accogliente che non giudica. I transessuali sono donne all’ennesima potenza, esercitano una capacità di accudimento straordinaria. Mi sono avvicinato per questo a loro. È, tra i rapporti mercenari, la relazione più riposante. Io non sono omosessuale. Ho amato solo donne. Moltissimo, e con frequente reciprocità. Dai transessuali cercavo un sollievo legato alla loro femminilità. Il fatto che abbiano attributi maschili è irrilevante nel rapporto, almeno nel mio caso. Non importa, non c’è scambio su quel piano. È il loro comportamento, non la loro fisicità, quello che le rende desiderabili. Ma temo che ogni parola possa suonare come una giustificazione: non è quello che voglio. Quando sei padre le scelte in questo ambito, giuste o sbagliate che siano, se date in pasto alla pubblica opinione fanno male non a te ma ai tuoi figli. È questo che non mi perdonerò mai.

Possiamo ritenere definitivamente chiusa questa brutta pagina di gossip di quart’ordine? Ancora a denigrare la gente per chi si porta a letto?! Smettiamola su…

Leggi ora  Tel Aviv: uomo trans dà alla luce un bambino