Pakistan, vietate 1600 parole gay-friendly negli sms

Home » Omofobia » Pakistan, vietate 1600 parole gay-friendly negli sms
Spread the love

Pakistan, vietate 1600 parole gay-friendly negli sms Omofobia

L’autorità delle telecomunicazioni del Pakistan ha vietato ai cittadini pakistani la trasmissione di sms contenenti una lista di parole tipo gay, lesbica, vergine, omosessuale, preservativo, rapporto sessuale, seno, Gesù Cristo; la lista di sms conta oltre 1.600 parole considerate oscene o offensive.

L’omosessualità in Pakistan è punibile con la fustigazione, il carcere o la morte e il paese non fornisce alcuna protezione sulla discriminazione dell’orientamento sessuale: i funzionari islamici conservatori e i religiosi politici condannano l’omosessualità e considerano l’intervento dell’ambasciata americana come terrorismo culturale contro il paese.

Queste persone sono la maledizione della società e spazzatura sociale, non meritano di essere musulmani o pakistani e il sostegno e protezione da parte dell’amministrazione degli Stati Uniti annunciata è il peggiore terrorismo sociale e culturale contro il Pakistan.

Leggi ora  Gerusalemme, corrente religiosa ebraica a favore di rabbini gay