Miss Filippine chiede scusa per aver paragonato l’omosessualità a “una bugia del diavolo”

di Redazione Commenta

Miriam QuiambaoMiss Filippine 1999 e arrivata a Miss Universo nello stesso anno, ha chiesto scusa per aver detto che l’omosessualità è una bugia del diavolo: l’ex reginetta ha recentemente twittato ai suoi 250.000 followers:

La sessualità della comunità gay non è un peccato, ma una bugia del diavolo.

In particolare, la Quiambao aveva scritto su Twitter:

Odio il peccato. Amare il peccatore. Noi tutti abbiamo peccato…

Il perdono viene da Dio. La grazia viene a coloro che credono. Pace!

E ancora:

L’omosessualità non è peccato, ma è una bugia del diavolo. Non lasciatevi ingannare. Dio ama i gay e vuole far conoscere loro la verità. LGBT o etero, uomo o donna, giovane o vecchio, siamo tutti degni di amore, rispetto e accettazione.
Abbiamo tutti bisogno di un salvatore come Gesù Cristo. Dio ti ama.

Evidentemente la benedizione da parte della Miss non è piaciuta, facendo rivoltare molti utenti che hanno risposto male anche dopo le sue scuse (forse sono stata troppo dura, chiedo scusa, il commento successivo di un utente recitava No sei stata ritardata).

Complimenti, offese scuse a parte, una volta tanto si può dire che la notizia è finita, andate in pace grazie a Miss Filippine.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>