Lituania: libri gay censurati

Home » Cultura Gay » Lituania: libri gay censurati
Spread the love

Lituania: libri gay censurati Cultura Gay La censura continua ad essere la principale aspirazione dei gruppi omofobi per far tacere le voci della comunità GLBT che vogliono ottenere la parità dei diritti degli altri cittadini, senza distinzioni in base al genere sessuale. In Lituania, numerosi organi di matrice conservatrice e religiosa hanno redatto un documento nel quale si invita i Ministri del governo del paese ad impedire che i libri con scopo educativo accennino a temi omosessuali.

Una vera discriminazione culturale, insomma. Nella lettera, inviata agli organi competenti, i gruppi omofobi citano le parole espresse da uno psicologo come esempio di testo da censurare:

I media credono che l’omosessualità sia assolutamente normale e non una malattia. Nella nostra società c’è un 10,8% di gay.

Tale scritto fu considerato una promozione del diverso di fronte ai bambini. I gruppi omofobi vi vedono in invito, una speranza di reclutamento di giovani lituani. L’intento di questi collettivi è proprio questo: impedire che libri destinati agli studenti trattino l’omosessualità in maniera positiva. In pratica, vorrebbero diffondere la disinformazione, perciò ci auguriamo che non venga mai presa una decisione in tal senso!

Leggi ora  Bocconi: studente omofobo sospeso un anno