Cile, la corte rigetta in appello matrimonio gay

Home » GLBT News » Cile, la corte rigetta in appello matrimonio gay
Spread the love

Cile, la corte rigetta in appello matrimonio gay GLBT News

La Corte costituzionale del Cile ha rigettato la petizione di due coppie omosessuali che volevano registrare i rispettivi matrimoni celebrati in Argentina e in Canada presso il registro civile cileno.

La Corte ha dichiarato:

Il matrimonio è riservato alle coppie eterosessuali e non quelli dello stesso sesso.

La decisione è arrivata in risposta a un ricorso presentato da Arce Victor Garcia e Jose Miguel Lillo, insieme a Stephan Abran e Jorge Manuel Monardez, che si sono sposati rispettivamente in Argentina e Canada.

Un funzionario del registro civile si era rifiutato di registrare il loro matrimonio perché il codice civile del Cile definisce il matrimonio come un contratto solenne in cui un uomo e una donna di uniscono indissolubilmente.

La corte costituzionale ha rilevato che la loro richiesta non era di competenza del giudice, quanto più per il parlamento, che dovrebbe regolare l’unione civile tra due persone, indipendentemente dal loro orientamento sessuale.

Il presidente del Cile Sebastian Pinera ha firmato un disegno di legge nel mese di agosto che regola le unioni di fatto, comprese quelle delle coppie omosessuali, anche se non riconosce il matrimonio civile tra due persone dello stesso sesso.

Leggi ora  Australia: coppia lesbica avrà 5 gemelli