Ikea: megastore ospiteranno uno sportello gay-friendly

Home » Cultura Gay » Ikea: megastore ospiteranno uno sportello gay-friendly
Spread the love

Ikea: megastore ospiteranno uno sportello gay-friendly Cultura Gay Ikea non si preoccupa delle polemiche che la sua pubblicità gay-friendly ha suscitato, anzi. La multinazionale svedese, il prossimo fine settimana, ribadirà il concetto ospitando, nei principali megastore, uno sportello dedicato ai clienti omosessuali (e non solo). Ad annunciarlo è stata l’associazione Famiglie Arcobaleno, la quale ha fatto sapere:

Le nostre famiglie, quelle costituite da genitori omosessuali e dai loro figli, famiglie di cui Giovanardi non vuole sentire parlare, che Binetti vorrebbe cancellare, famiglie che offendono la Costituzione, famiglie inesistenti solo per chi non vuole vederle, che a tanti farebbe comodo non nominare nemmeno sono invece sempre più visibili, sempre più presenti, sempre più decise a esistere per quelle che sono. La famiglia è prima di tutto una rete di affetti che si regge su legami d’amore, di cura, di filiazione genetica o elettiva e non può essere racchiusa in nessuno schema rigido e definito. Ovunque è amore, ovunque è responsabilità e cura, è una famiglia, di qualunque tipo essa sia e qualunque sia la sua configurazione. E in un paese democratico, come lo prevede la nostra Costituzione, ogni famiglia è degna di rispetto e deve essere tutelata.

L’associazione fa sapere in una nota di essere molto riconoscente a Ikea per l’ospitalità:

L’associazione Famiglie Arcobaleno ringrazia Ikea per lo spazio di visibilità e dignità che ci offre presso i suoi principali magazzini, nella settimana che precede la Festa delle Famiglie, evento aperto a tutta la cittadinanza che avrà luogo il 22 Maggio in contemporanea in molte d’Italia.

Sarà possibile trovare i banchetti con tutto il materiale informativo presso i punti vendita di Milano San Giuliano, Roma Bufalotta, Bologna Casalecchio, Torino Collegno e Napoli Afragola

Leggi ora  Bologna: marito diventa donna ed è costretta a divorziare