Ecuador: donna ministro lesbica contro le cliniche omofobe

Home » GLBT News » Ecuador: donna ministro lesbica contro le cliniche omofobe
Spread the love

Ecuador: donna ministro lesbica contro le cliniche omofobe GLBT News Può una nuova elezione causare tanto malcontento in un Paese? La risposta è sì, soprattutto se questo riguarda la candidatura e l’accettazione di Carina Vance Mafla, nuovo Ministro della Salute e dichiaratamente lesbica.

Tra i primi progetti del neo Ministro pare che vi sia il tentativo di voler chiudere le cliniche aperte con l’intento di “curare” le donne lesbiche, un’offesa ai diritti umani e alla parità dei sessi.

Il nuovo ministro, nata in America, ha infatti dichiarato alla stampa di voler iniziare una stretta collaborazione con l’organizzazione GLBT Fundacion Causana, da tempo impegnata nella chiusura delle prodigiose cliniche religiose omofobe. A sposare il piano del nuovo Ministro è stato anche il popolo che ha firmato una coraggiosa petizione: un documento sottoscritto da ben 113.761 firme che potrebbe finalmente portare alla chiusura di oltre trenta cliniche, luoghi dell’orrore dove le donne vengono rinchiuse e violentate fisicamente e psicologicamente per dissuaderle dall’omosessualità.

A seguito della petizione e dell’impegno dimostrato, anche il Presidente dell’Ecuador Rafael Correa ha autorizzato di proseguire il programma.

Photo Credits | Getty Images

Leggi ora  Russia: Dmitry Kozak nega diritti omosessuali