Cina: gay sposa la madre dell’amante per ottenere il visto

Home » Cultura Gay » Cina: gay sposa la madre dell’amante per ottenere il visto
Spread the love

Cina: gay sposa la madre dell'amante per ottenere il visto Cultura Gay L’avventura accaduta in Cina recentemente riguarda un triangolo davvero singolare. Si tratta della storia di un italiano a Shangai, che, da poco arrivato in Cina, s’innamora di un ventinovenne. I due inziano a convivere, ma l’uomo deve rinnovare il Visto ed escogita così uno stravagante escamotage per evitare le lunghe procedure.

L’uomo decide infatti di sposare la madre cinquantanovenne dell’amante ed ottenere così un Visto di lunga durata. Le cose sembrano destinate ad andare per il meglio se non fosse che, durante le nozze, la Polizia cinese si accorge che il Visto dell’uomo era scaduto da ottanta giorni e lo arresta. La povera vedova non solo si vede portar via il futuro marito in manette, ma scopre anche di essere stata ingannata, poichè egli aveva una relazione col figlio.

Dopo dieci giorni di detenzione, il cinquantacinquenne italiano è stato rilasciato ed è tornato in Italia. Sembra che, in ogni caso, egli potrà richiedere, in Italia, nuovamente il Visto per la Cina. Sarà ancora bene accolto?

Leggi ora  The Guardian, la parola "omosessuale" vietata