Barack Obama: “L’abrogazione del Don’t ask don’t tell è stato un grande passo di civiltà”

di Marziano Commenta

Barack Obama ha dichiarato di essere felice per l’abrogazione della Don’t Ask Don’t Tell, la legge che ha costretto i gay dell’esercito americano a nascondere il proprio orientamento sessuale pena il licenziamento. Il presidente Usa, ora che la norma è stata ufficialmente mandata in soffitta, ha fatto sapere:

Sono stato orgoglioso di firmare la legge di abrogazione della legge lo scorso dicembre perché sapevo che avrebbe rafforzato la nostra sicurezza nazionale, per aumentare la nostra preparazione militare. Ci avvicinano ai principi di uguaglianza e di equità che ci definiscono come americani. Il risultato di oggi è un omaggio a tutti i patrioti che hanno combattuto e hanno marciato per la vittoria; ai membri del Congresso, di entrambi i partiti, che hanno votato per l’abrogazione, per i nostri leader civili e militari che hanno assicurato una transizione senza problemi, e alla professionalità dei nostri uomini e donne in uniforme che hanno dimostrato di essere pronti ad andare avanti insieme, come una squadra, per soddisfare le missioni chiediamo di loro.

Se tutti i gay fossero delle escort, a quest’ora anche in Italia avremmo qualche diritto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>