UE: asilo politico obbligatorio per i trans

Home » GLBT News » UE: asilo politico obbligatorio per i trans
Spread the love

UE: asilo politico obbligatorio per i trans  GLBT News Lo scorso 27 ottobre il Parlamento Europeo ha finalmente preso una decisione in merito all’asilo politico concesso a tutti i trans che, a causa delle persecuzioni realizzate in molti Paesi, sono costretti a fuggire dal luogo di origine, una decisione importante che rispetta i diritti delle comunità GLBT di tutto il mondo.

Grazie alla posizione presa dal Parlamento Europeo, già inserita all’interno della normativa comunitaria, tutti i trans potranno essere ospitati in uno Stato membro della Comunità, una scelta compiuta con l’introduzione dell’identità di genere tra le cause dell’asilo e nella normativa comunitaria:

In funzione delle imperanti circostanze nel paese di origine, si può includere nel concetto di gruppo sociale determinato un gruppo basato su una comune caratteristica riguardante l’orientamento sessuale. L’orientamento sessuale non dovrà essere inteso come un crimine nella legislazione nazionale degli stati membri. Ogni aspetto relazionato con il sesso della persona, inclusa l’identità di genere, si terrà debitamente in conto nel determinare l’appartenenza ad un determinato gruppo sociale. La menzione all’identità di genere suppone una novità di fronte alla cornice di leggi già esistente, che non la contemplava espressamente.

Sirpa Pietikäinen, vicepresidentessa dell’Intergrupo LGTB, ha dichiarato di essere molto orgogliosa della decisione del Parlamento e delle sue colleghe appartenenti a un diverso credo politico:

L’Unione Europea sta finalmente realizzando che l’identità e il genere di un cittadino sono alcuni tra gli elementi che costringono un transessuale a lasciare il proprio Paese per cercare rifugio in un Paese diverso. La scelta di oggi aiuterà a salvare molte vite”.

Photo Credits | Getty Images

Leggi ora  Unione Europea, progetto Get Better or Stay Out