Applicazione iPhone chiede gli utenti di confessare i loro peccati gay

Home » Cultura Gay » Applicazione iPhone chiede gli utenti di confessare i loro peccati gay
Spread the love

Applicazione iPhone chiede gli utenti di confessare i loro peccati gay Cultura Gay Le associazioni per i diritti degli omosessuali stanno protestando contro una nuova applicazione per iPhone che chiede agli utenti di confessare i propri peccati gay. ‘Sei stato colpevole di qualsiasi attività omosessuale?’ tra le domande più gettonate di Confession: A Roman Catholic App. Nella descrizione del prodotto si legge:

Progettato per essere utilizzato in confessionale, questa applicazione è lo strumento ideale per ogni penitente. Con un esame di coscienza personale per ogni utente, password profili protetta, e una guida passo-passo per il sacramento, questa applicazione invita i cattolici a prepararsi per la preghiera e partecipare al rito della Penitenza. Gli individui che si sono allontanati dal sacramento per qualche tempo troveranno la giusta Confessione. Per un cattolico, la guida virtuale può essere uno strumento utile e invitante.

Wayne Besen, direttore esecutivo dell’associazione lgbt Truth Wins Out, ritiene che l’espansione sia “dannosa” e auspica in un immediato ritiro dal mercato, appellandosi al buon senso della Apple:

Questo è un abuso spirituale che promuove idee antiquate in un pacchetto di modernità. I cattolici gay non hanno bisogno di confessare, ma solo di uscire dal dogma e accettare, a viso aperto, la sfida anti-gay. La falsa idea che essere gay è qualcosa di cui vergognarsi ha distrutto troppe vite. Questa applicazione iPhone può promuovere messaggi dannosi.

Leggi ora  Antonio Cabrini: "Se fossi gay, lo terrei per me"