Roma: gay aggredito da un rumeno

Home » Cultura Gay » Roma: gay aggredito da un rumeno
Spread the love

Roma: gay aggredito da un rumeno Cultura Gay Aggredito da uno sconosciuto solo per essere omosessuale. E’ successo a Roma, ad un ragazzo di venti anni (volontario di Arcigay a Tor Marancia) che stava rientrando a casa. L’aggressore – un uomo ubriaco di origine rumena – lo ha prima minacciato e poi ferito con i cocci di una bottiglia, l’intento era quello di violentarlo. Il presidente di Arcigay Roma, Roberto Stocco, ha raccontato cosa è accaduto a Leonardo:

Leonardo stava rientrando a casa quando l’uomo, mai visto in precedenza, gli ha puntato un coccio di bottiglia alla gola minacciandolo di morte se non avesse avuto un rapporto sessuale con lui. Quando ha cercato di opporre resistenza, l’uomo ha tagliato lo zigomo e graffiato il collo al giovane. Per fortuna Leo e’ riuscito a scappare dalla sua presa, e si e’ messo in salvo a casa. Poco dopo il convivente del ragazzo e la mamma sono tornati sul luogo dell’accaduto e l’aggressore si e’ giustificato affermando: ‘Tanto e’ frocio,gli sarebbe piaciuto’. Ora e’ stato arrestato dalle forze dell’ordine e sarà processato per direttissima.

Il portavoce del Gay Center, Fabrizio Marrazzo, ha espresso tutta la sua solidarietà nei confronti del ragazzo aggredito.

Leggi ora  Russia, deputata omofoba: "L'omosessualità è dovuta alle influenze negative degli occidentali"