Modelli gay Bel Ami: scandalo a bordo in crociera

di Giada Commenta

Erano stati chiamati a bordo dalla compagnia RSVP Vacations per animare un gruppo di passeggeri omosessuali ma la loro presenza si è rivelata dannosa… I modelli di Bel Ami, aitanti nei loro costumi attillati, sono stati scaricati in Tunisia, una delle mete del viaggio.

Secondo i documenti presentati durante il ricorso presentato dal gruppo Bel Ami, una dozzina di modelli di origine slava ai quali sarebbe stato chiesto di mentire circa la loro presenza sulla nave rispondendo ai passeggeri, e a chiunque l’avesse chiesto loro, di aver vinto un viaggio premio pagato da Bel Ami.

La loro prestanza, e i bagordi a bordo della nave, avrebbero però fatto arrabbiare la capitaneria di porto che, stufa degli schiamazzi e del comportamento mostrato con gli altri passeggeri, avrebbe scaricato i ragazzi in Tunisia, senza contatti né supporto. I ragazzi, soli e incapaci di farsi comprendere, sarebbero poi tornati nella loro patria chiedendo subito il supporto dei loro legali.

Photo Credits | queerty

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>