Arizona, candidato repubblicano al centro di uno scandalo gay

Home » Coming Out » Arizona, candidato repubblicano al centro di uno scandalo gay
Spread the love

Arizona, candidato repubblicano al centro di uno scandalo gay Coming Out Primo Piano Video

Il candidato repubblicano per il congresso dell’Arizona, lo sheriffo Paul Babeu, ha ammesso di essere gay: Babeu ha confermato durante una conferenza stampa di aver avuto una relazione con Jose, un giovane immigrato messicano arrivato nel paese illegalmente.

Sono qui per dire che tutte le accuse sui giornali sono completamente false, fatta eccezione per la questione che si riferisce alla mia omosessualità, perché la verità è che sono gay.

Babeu è noto a livello nazionale per la sua forte presa di posizione sulla sicurezza delle frontiere, insieme al senatore John McCain in una campagna pubblicitaria sul tema, e ha recentemente parlato della questione in occasione della recente Conservative Political Action Conference di Washington.

Lo sceriffo ha smentito le accuse di aver cercato di minacciare di espulsione Jose, immigrato clandestino, qualora la loro relazione fosse stata resa pubblica; al contrario, l’ex candidato repubblicano si è difeso accusando l’ex di averlo minacciato di diffondere la notizia grazie alle password dei social media di cui era in possesso per assicurarsi la certezza di non essere deportato.

Non ho l’autorità di espellere nessuno. Ho l’autorità per far rispettare le leggi e procedere all’arresto di chi infrange le regole, stop; non avevo alcuna informazione o nessun motivo che mi potesse far credere che lui fosse meno legale di me, non ho mai sentito l’esigenza di chiedergli se fosse qui negli Stati Uniti legalmente… Andiamo, chi lo farebbe.

Photo Credits |  Paul Babeu Official Page

Leggi ora  La Destra, Teodoro Buontempo contrario all'iscrizione dei gay nel partito