Angelino Alfano: “Se la sinistra andrà al governo approverà il matrimonio gay”

di Redazione 2

Angelino Alfano come Carlo Giovanardi. Il segretario del PDL, durante l’intervento conclusivo alla scuola di formazione politica di Orvieto ha messa in guardia i presenti sul futuro dell’alleanza Di Pietro-Vendola-Bersano. Cosa accadrà se si l’Italia voterà a favore dei leader di SEL, IDV e PD? Accadrà come in Spagna, paese che ha legalizzato le unioni omosessuali:

L’alleanza Di Pietro-Vendola-Bersani va nella direzione dello zapaterismo e non di una moderna sinistra europea. Lo zapaterismo è un germe che rischia di attaccare valori che noi difendiamo, come abbiamo fatto con il decreto su Eluana Englaro, la difesa della vita sin dal concepimento, oppure i tanti no che abbiamo detto sullo scardinare la famiglia. Se la sinistra andrà al governo, farà quello che ha fatto la sinistra in Spagna: il matrimonio tra uomini, le coppie di fatto, buttando fumo sulla società spagnola, distraendo le forze migliori dallo sviluppo e dalla crescita. E oggi il partito socialista è ai minimi termini: questo sarà l’inevitabile destino tra Bersani, Di Pietro e Vendola.

Le parole di Alfano non sono piaciute a molti esponenti politici. Massimo Donadi, capogruppo IDV, ha dichiarato:

Alfano ha uno strano concetto di difesa della famiglia. Ad Alfano non manca solo il quid, ma anche la memoria. Delle due l’una: o il segretario del Pdl non ha ancora capito cosa è successo negli ultimi due anni, tra scandali sessuali, ‘bunga bunga’ e minorenni nipoti di Mubarak, oppure semplicemente se ne infischia perché è un vero monumento vivente all’ipocrisia.

Debora Serracchiani, europarlamentare del PD, afferma che Alfano non ha il senso della realtà:

Con tutto quello che sta succedendo intorno a lui, è un peccato che Alfano non trovi di meglio che usare gli slogan di Giovanardi. Alfano dovrebbe aver capito che i tempi sono cambiati, e che non sarà per lo spauracchio dei temi etici che si divideranno o compatteranno partiti e coalizioni.

Franco Grillini parla di “pena” per le parole del segretario PDL:

Onestamente Alfano ci fa pena: più che un segretario di partito sembra un mullah che spara la sua Jihad contro i matrimoni gay e il testamento biologico sposando le posizioni più fanatiche del clericalismo bigotto.

A dire il vero tra i programmi politici Di Pietro, Bersani e Vendola, il matrimonio gay è (forse) presente al massimo tra le note.

Photo Credits | Getty Images

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>