Ancona: uccide il fratello che gli aveva dato del gay

Home » GLBT News » Ancona: uccide il fratello che gli aveva dato del gay
Spread the love

Ancona: uccide il fratello che gli aveva dato del gay GLBT News Gli ultimi episodi di violenza accaduti in Italia fanno capire che di idioti in giro ce ne sono parecchi. Prima il tassista linciato dopo un gruppo di balordi dopo che questo aveva involontariamente investito un cane, poi l’infermiera rumena morta in seguito a un diverbio in metropolitana e infine il tunisino che ha ucciso suo fratello dopo che quest’ultimo gli ha dato del gay.

È accaduto ad Ancona, nella notte di venerdì 29 ottobre. Taoufik Kosksi si è sentito offendere dal fratello minore Mokhtar, il quale lo ha definito “Frocio”. Un offesa troppo grande per l’assassino, tanto che gli ha sferrato due coltellate in pieno petto.

La vittima è stata portata in ospedale, ma le sue condizioni sono apparse subito gravi. Mokhtar è morto poche ore dopo l’arrivo nella struttura. Oltre al gesto, che è follia allo stato puro, fa ancora più male constatare che nel 2010 si utilizzi la parola “gay” (in tutte le sue declinazioni) per offendere.

Leggi ora  La Corte Europea ha riconosciuto il diritto di subentrare nel contratto di affitto ad una coppia gay