Spagna: la lotteria diventa gay

di Marziano Commenta

In Spagna in fatto di omosessualità ne sanno una più del diavolo. Di certo non si può dire che dopo aver tutelato le coppie dello stesso sesso con delle apposite leggi il governo iberico se ne sia lavato le mani per rendere migliore la vita dei cittadini gay. Lo dimostra il fatto che la diffusa quanto popolare lotteria nazionale di quest’anno sarà più ‘queer’ che mai.

Se capitate da quelle parti e avete intenzione di tentare la fortuna comprando un biglietto della lotteria spagnola, non ci sarà nulla di strano se all’interno di questo ci sia scritto “Gay Luck”. Come si potrebbe pensare Zapatero con questo stratagemma non intende  far diventare gay e lesbiche i maggiori acquirenti di ticket milionari, le ragioni sono molto più concrete e per nulla commerciali.

L’ufficio amministrativo della società di gioco La Bruixa D’Or ha stabilito che l’edizione 2010 della lotteria destinerà ben l’80% del ricavato alle associazioni che sostengono le persone LGBT, la restante percentuale verrà destinata al piano d’azione sociale regionale.

L’estrazione finale della lotteria nazionale iberica avverrà il giorno di Natale, al vincitore spetterà la ragguardevole cifra di 3 milioni di euro. Che sia una persona gay, lesbica o trans a vincere il primo premio poco importa: loro hanno già vinto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>