Trans discriminati in North Carolina, Broadway insorge

di Valentina Cervelli Commenta

Trans discriminati in North Carolina e  Broadway insorge. Con a capo della rivolta Stephen Schwartz, il creatore dell’indiscusso capolavoro “Wicked“. L’autore chiama a raccolta tutta la comunità teatrale newyorkese e nazionale per boicottare la legge appena passata.

Tale obbrobrio prevede il divieto per le persone transgender di utilizzare il bagno del loro genere di appartenenza. Ecco quindi che donne trans dovrebbero secondo la legge utilizzare i servizi degli uomini. Qui in Italia, dove viene fatta concorrenza alla Russia in quanto ad omofobia purtroppo è una realtà non regolamentata, ma fare come in North Carolina, dove la questione viene addirittura sancita da una legge è senza ombra di dubbio una bruttura sociale e legale che va combattuta.

E’ per questo che Stephen Schwartz chiama a raccolta i suoi colleghi chiedendo che qualsiasi diritto inerente a opere teatrali e televisive di loro pertinenza non venga concesso nello stato fino a che il governatore dello stesso non decida di tornare sui suoi passi.  Come lo stesso autore ricorda, già in passato contro l’apartheid questa metodologia di comportamento funzionò: perché non tentare nuovamente? La comunità LGBTQ della zona deve essere tutelata e le persone transgender avere la possibilità di essere rispettate nella loro interezza. Simili iniziative in questi ultimi mesi, per altre leggi contro le persone queer, sono state intraprese da colossi come la Pepsi o la Disney. E’ importante reagire davanti a questi soprusi ed è indicativo che persone famose e dotate di potere scendano in prima linea per far sì che di diritti di tutti vengano rispettati senza nessuna distinzione.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>