Usa: Don Thompson vieta spot gay friendly di McDonald’s per “differenti norme culturali”

di Sebastiano Commenta

Lo spot Mc Donald’s, lanciato in Francia circa un mese fa e cliccatissimo sul web, non sarà trasmesso negli Stati Uniti, perchè ritenuto inadatto a “differenti norme culturali”. Lo ha rivelato in una lunga intervista rilasciata al Chicago Tribune, Don Thompson, il capo in seconda dell’azienda. Pur dichiarandosi orgogliosamente “cristiano, con le sue personali convinzioni“ e quindi di ampie vedute sulla tema famiglia, l’uomo ha dichiarato

Da MacDonald’s ci sono valori cruciali ai quali facciamo riferimento e il mondo è sempre più vicino. Parliamo molto di queste cose e a volte facciamo degli errori. Parliamo di cose che possono avere implicazioni in alcune parti del mondo ed essere culturalmente accettate in altre. E queste sono cose dalle quali impariamo. Ma quello spot non andrà in onda negli Stati Uniti.

Ha tenuto anche a precisare

Il brand è locale e in posti diversi succedono cose diverse. Dobbiamo essere sicuri dell’impatto che un’azione potrebbe avere in altre parti del mondo.

A questo punto è inutile chiederci se mai lo vedremo in Italia. Rischieremo di illuderci inultimente. In una società dove l’immagine perfetta  della famiglia del Mulino Bianco è radicata nel tempo, non c’è spazio in tv per immagini troppo “devianti”, che non prevedano per il gay di turno, il semplice sberleffo o qualsiasi forma di censura. Tutti su Youtube, no?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>