Ricerca. Gli occhi dicono se sei gay

di Marziano Commenta

È proprio vero che gli occhi non mentono. Secondo Ritch Savin-Williams, ricercatore presso la Cornell University, l’orientamento sessuale della persone si può ricavare proprio dalla dilatazione della pupilla. Lo studioso ha coinvolto 165 uomini e 160 donne, tra gay, bisessuali o eterosessuali; a tutti a mostrato tre video della durata di un minuto in cui si vede un uomo che si masturba, una donna che si masturba e un paesaggio neutro.

Tramite una telecamere ad altissima precisione sono stati registrati i cambiamenti delle pupille. Per le lesbiche la dilatazione della pupilla è avvenuta in seguito alla visione del video della donna, per i gay la dilatazione è avvenuta grazie al video dell’uomo, per i bisessuali la dilatazione è avvenuta con entrambi i video della masturbazione.

Di solito l’orientamento sessuale è studiato osservando le risposte dei genitali in seguito ad alcuni stimoli. Savin-Williams sostiene che questo metodo non è affidabile in quanto molte persone sono in grado di tenere a bada l’eccitazione. La dilatazione della pupilla nasce dal sistema nervoso autonomo, quindi si tratta di un’azione del tutto involontaria (come la respirazione o il battito del cuore) che permette di avere risultati praticamente infallibili. Il ricercatore ritiene che in futuro questa tecnica possa dare una mano alle persone confuse dalla propria identità sessuale.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>