Il principe William su Attitude: ecco come cambia la storia

di Valentina Cervelli Commenta

Per molti può significare poco il fatto che il principe William di Inghilterra sia finito in copertina sulla rivista gay Attitude. In realtà, a livello pratico, si tratta di una vera e propria rottura con il “mondo” precedente, qualcosa che nemmeno alla madre Diana era riuscito di fare: aprire pienamente alla comunità LGBTQ.

principe william attitude

Che la si chiami etichetta di palazzo o voglia di non scaldare gli animi, finora il rimanere “estranei” ad un mondo come quello della comunità queer poteva essere considerato il chiudere gli occhi davanti all’omofobia ancora presente senza fare nulla. Con la sua copertina di Attitude e l’intervista al suo interno (il numero sarà disponibile il prossimo 21 giugno, N.d.R.) il principe William abbatte un muro che per troppo tempo ha pesato sulla comunità LGBTQ. E lo fa chiaramente. Ecco un estratto:

Nessuno dovrebbe essere vittima di bullismo per la propria sessualità né per altre ragioni. E nessuno dovrebbe dover scendere a patti con l’odio che questi giovani sono stati costretti a sopportare nella loro vita. I gay, le lesbiche e i trans che ho incontrato grazie ad Attitude sono stati molto coraggiosi a parlare chiaro e a dare speranza alle persone vittime delle loro stesse esperienze. La loro forza e il loro ottimismo dovrebbero incoraggiarci tutti a schierarci contro il bullismo, in qualsiasi forma esso si presenti ai nostri occhi.

Parole che si vorrebbero leggere da parte di ogni politico ed ogni persona pubblica. Soprattutto qui in Italia dove ai gay, da esponenti della politica e della chiesa, vengono augurate la morte, la purga e le randellate.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>