Perché le coppie gay piacciono tanto?

di Valentina Cervelli Commenta

Perché le coppie gay piacciono tanto? Ringraziando il cielo che sia così e che ciò sia sentimento sempre più diffuso nelle giovani generazioni, è impossibile non notare come le stesse conquistino sempre più rilevanza nel mondo dello spettacolo.

malec

Hollywood potrà essere ancora bigotta e decisamente antiquata, ma soprattutto per ciò che concerne i canali televisivi o via cavo più liberali che possono contare anche su una società di produzione alle spalle, sta diventando sempre più facile strizzare l’occhio ad un pubblico più vasto inserendo personaggi queer mantenendoli (tra l’altro) in vita.

Va specificato: di solito in telefilm ed affini il primo a morire è il personaggio LGBTQ. Vi sono però alcune coppie iconiche, come Kurt e Blaine di Glee che hanno aperto la strada ( Chris Colfer e Darren Criss), Alec e Magnus di Shadowhunters ( Matthew Daddario e Harry Shum Jr.), Connor e Oliver ( Jack Falahee e Conrad Ricamora) o ancora seppure con qualche alto e basso dettato Micky e Ian di Shameless ( Noel Fisher e Cameron Monaghan) che molto stanno contribuendo, a livello sociale, ad un cambiamento molto importante: quello dell’accettazione mainstream. Da parte del pubblico ovviamente.

Purtroppo per ciò che concerne produttori ed emittenti non tutte sono aperte nella realtà pur sfruttando nella fiction la popolarità di tali coppie. Perché invece piacciono al pubblico? Per la chimica degli attori, per delle storie ben scritte ma soprattutto perché reali e nonostante i temi dei rispettivi telefilm fonte di immedesimazione. Il mondo va avanti: è un peccato che in molti ancora non lo capiscano guardando indietro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>