leonardo.it

Turismo gay, apre il portale Partifriendly

 
Valeria Scotti
20 luglio 2011
0 commenti

Ancora qualche ora di pazienza, e da domani sarà possibile accedere a Partifriendly. Di cosa si tratta? Di un portale che permettera di scegliere dove andare in vacanza anche in base all’atteggiamento aperto di gestori e proprietari di alberghi e locali. Occorre dire grazie alle cinque menti creative del progetto, tutte donne baresi – Tommy Ditano Titti De Simone, Pina Cotroneo, Francesca Vitucci e Elena Violante – che hanno costituito un’associazione che si propone di selezionare le strutture in base a una carta dei principi del turismo friendly contro tutte le discriminazioni. Facile capire il perché:

I pregiudizi e le discriminazioni non sono ancora un problema superato: è ancora difficile per una coppia omosessuale, per una persona disabile, ma anche per le donne che viaggiano da sole, o solo fra donne, trovare servizi e strutture che siano friendly. Partifriendly nasce dal desiderio di creare una rete di scambio e di incoming sul turismo etico, ecosostenibile e responsabile, nel rispetto dell’ambiente e dei diritti fondamentali della persona.

Le cinque donne al momento finanziano completamente l’impresa. C’è però il patrocinio dell’assessorato regionale al Turismo e quello del Marketing territoriale del Comune di Bari, oltre al sostegno di realtà culturali importanti: il teatro Kismet di Bari, il Sicilia Queer Film Festival e il progetto Esperanto, Note di Speranza, ideato e sostenuto da Nabil Salameh, cantante e musicista dei Radiodervish.

Il portale Partifriendly si articola in diverse sezioni: per le strutture ricettive (bed & breakfast, alberghi, case vacanze), i locali, le attività culturali e commerciali. Offre consigli e indicazioni utili sugli itinerari. Inoltre, una specifica attenzione è dedicata alla formazione degli operatori turistici e sarà curata da Alessandro Taurino (Università di Bari), esperto nell’ambito degli interventi per la promozione e la valorizzazione di una cultura delle differenze.

Articoli Correlati
La Chiesa Presbiteriana apre ai gay sposati

La Chiesa Presbiteriana apre ai gay sposati

La Chiesa Presbiteriana apre i battenti anche ai sacerdoti omosessuali non celibi. La loro inclusione è stata decisa dagli stessi membri presbiteriani, i quali hanno votato a favore dell’intera popolazione [...]

Toscana: spot per promuovere turismo gay-friendly

Toscana: spot per promuovere turismo gay-friendly

La Regione Toscana ha lanciato uno spot per promuovere il turismo gay che annuncia: ”In Tuscany not everything is straight”. L’iniziativa è stata lanciata in occasione della giornata nazionale contro [...]

Gay Center apre pagina Facebook contro l’omofobia

Gay Center apre pagina Facebook contro l’omofobia

Il Gay Center decide di promuovere un’importante iniziativa tesa ad estirpare sino all’ultimo germe omofobo, in questo caso dal web. Dopo presunti baci bannati da Facebook e dichiarazioni di politici [...]

Eataly come Ikea apre alle famiglie gay

Eataly come Ikea apre alle famiglie gay

Anche la catena alimentare Eataly si è voluta schierare a favore delle famiglie gay, realizzando un manifesto pubblicitario praticamente identico a quello IKEA con due donne che si tengono per [...]

Partifriendly, il primo portale rivolto al turismo gay in Puglia

Partifriendly, il primo portale rivolto al turismo gay in Puglia

Nella Puglia governata da Nichi Vendola, nasce un’importante iniziativa web per incrementare il turismo queer. A promuovere il portale Partifriendly sono Tommy Ditano, socia della Taverna del Maltese (uno dei [...]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento